Juventus, furia social dei tifosi per i prezzi contro Lione e Inter

Sul web infuria la polemica sui costi relativi a due gare che potrebbero cambiare la stagione bianconera: per la gara contro l'Inter, che potrebbe risultare decisiva per lo Scudetto, tribune fino a 300 euro.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Juventus si prepara a un mese, marzo, che come per tutte le big potrebbe rivelarsi determinante sull'intera stagione 2019/2020: all'inizio del mese i bianconeri se la vedranno con l'Inter dell'ex Antonio Conte in quello che può essere definito un vero e proprio spareggio per lo Scudetto, quindi il 17 sarà la volta del Lione, nella gara di ritorno valida per gli ottavi di finale di quella Champions League che ormai da anni è il sogno di giocatori, club e tifosi.

Teatro delle due importantissime sfide contro Inter e Lione sarà l'Allianz Stadium, impianto in cui la Juventus ha costruito le sue fortune recenti e che anno dopo anno ha visto i propri costi lievitare di pari passo con le ambizioni del club. Una conseguenza inevitabile, per quello che è il club dominante nel calcio italiano e che può contare su campioni dall'enorme appeal mediatico, che però non è stata ancora digerita da parte della tifoseria.

Sono infatti scoppiate le polemiche sui social, come riporta il Corriere dello Sport, in seguito alla pubblicazione dei prezzi dei biglietti per i due big match di marzo: contro l'Inter un posto in Tribuna Nord o Sud costa 70 euro e si tratta dell'opzione più economica in un range di spesa che sale fino ai 300 euro necessari per un biglietto in Tribuna Est Centrale primo anello, mentre per il secondo ne servono comunque 250. Prezzi leggermente inferiori per la sfida contro il Lione, che per giunta non viene considerata una big d'Europa.

Lo Juventus Stadium

Juventus, polemica per i prezzi allo Stadium contro Inter e Lione

Per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League infatti i prezzi in Tribuna Nord o Sud restano invariati - 70 euro - mentre quelli delle tribune Est e Ovest, centrale o laterale, sono inferiori di circa 50 euro rispetto alla gara contro l'Inter. Parliamo comunque di cifre importanti, di cui parte della tifoseria non riesce a capacitarsi nonostante l'evidente importanza delle due partite in questione.

Detto che sia contro l'Inter che contro il Lione i posti sono comunque da subito andati a ruba, non sono mancate le proteste di chi si è tirato indietro giudicando la spesa eccessiva. Su Twitter e nei vari gruppi dedicati su Facebook qualcuno si è augurato che lo Stadium restasse mezzo vuoto, qualcun altro ha invocato un limite imposto dall'alto sui rincari e in molti hanno ironizzato amaramente - è sempre il Corriere dello Sport a riportarlo - su quanto potrebbero costare i tagliandi nel caso la Juventus raggiunga le semifinali di Champions League.

Bisogna sottolineare come già i prezzi degli abbonamenti per seguire la Vecchia Signora, in costante aumento, siano stati oggetto di polemiche in passato da parte della tifoseria: lo Stadium di proprietà è un'importante fonte di ricavo del club (quest'anno dovrebbe portare nelle casse bianconere oltre 70 milioni di euro) che ha aumentato i prezzi di pari passo con le sue stesse ambizioni. Una politica che non piace a parte della tifoseria ma che a oggi - gli abbonati non sono diminuiti, la caccia al tagliando per le sfide di cartello continua - ha dato ragione alla Juventus.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.