MLS, bufera razzismo: l'allenatore di Cincinnati lascia la panchina

Ron Jans, tecnico di Cincinnati, ha lasciato la sua panchina dopo le accuse rivolte dai suoi giocatori: avrebbe usato termini razzisti. La Lega ha aperto un'indagine.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un brutto caso di razzismo colpisce il mondo del calcio americano: Ron Jans, tecnico di Cincinnati, ha lasciato la panchina della squadra a seguito delle dure accuse rivolte nei suoi confronti da parte dei giocatori.

Stando a quanto riportato da ESPN, i calciatori della formazione di MLS si sono rivolti all'associazione giocatori del campionato statunitense dopo un episodio avvenuto in estate. L'allenatore avrebbe cantato una canzone razzista di fronte a tutto lo spogliatoio, causando quindi la reazione della rosa.

La Lega è stata interpellata e un'indagine è stata aperta, anche perché Jans era già tristemente noto ai media per alcune dichiarazioni fatte sulla schiavitù nella scorsa stagione. Da qui la decisione di lasciare la panchina almeno fino alla chiusura delle indagini da parte della MLS, come chiesto proprio dalla dirigenza di Cincinnati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.