Manchester City squalificato 2 anni dalla Champions League

Club multato anche di 30 milioni di euro per aver aggirato il fair play finanziario.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Manchester City è stato squalificato dalla Champions League per le prossime due stagioni dall'Uefa e multato di 30 milioni di euro. La motivazione di questa pesantissima sanzione è una conseguenza della scoperta da parte del massimo organo di governo del calcio europeo di essere stato ingannato dal club, colpevole di aver infranto le regole del fair play finanziario.

Il City è stato dichiarato colpevole dall'Ente di controllo finanziario dei Club (CFCB) della Uefa di aver gonfiato erroneamente le proprie entrate di sponsorizzazione. La colpevolezza fa seguito a un'indagine scatenata dalla pubblicazione di e-mail e documenti "trapelati" dalla rivista tedesca Der Spiegel nel novembre 2018.

Manchester City squalificato 2 anni dalla Champions League

Il FFP, introdotto nel 2011 con l'obiettivo di incoraggiare le squadre di calcio di tutta Europa a non spendere troppo per i salari dei giocatori, limita la quantità di denaro che i proprietari dei club possono versare per coprire le perdite. Le sponsorizzazioni aumentano le entrate e quelle del City erano pesantemente gonfiate da importi del proprietario, lo sceicco Mansour, attraverso l'accordo con Etihad.

Il Manchester City ha negato con veemenza qualsiasi illecito in tutto e ha denunciato der Spiegel spiegando che i materiali "trapelati o rubati" erano stati estratti dal contesto. Al momento, però, la giustizia sportiva ha optato per una squalifica di due anni falla Champions League.

Il comunicato del club

Immediato il comunicato del club:

Il Manchester City è deluso ma non sorpreso dall'annuncio di oggi da parte della Camera dei giudici UEFA. Il Club ha sempre anticipato il bisogno ultimo di cercare un organo indipendente e un processo per considerare in modo imparziale l'intero corpus di prove inconfutabili a sostegno della sua posizione. Nel dicembre 2018, il capo investigatore della UEFA ha presentato in anteprima pubblicamente l'esito e la sanzione che intendevano essere consegnati al Manchester City, prima ancora che fosse iniziata qualsiasi indagine [...] Il Club ha formalmente presentato reclamo all'organismo disciplinare UEFA, un reclamo che è stato convalidato da una sentenza CAS.  In poche parole, questo è un caso avviato dalla UEFA, perseguito dalla UEFA e giudicato dalla UEFA. Con questo processo pregiudizievole ormai terminato, il Club perseguirà un giudizio imparziale il più rapidamente possibile e quindi, in primo luogo, avvierà il procedimento con il Tribunale Arbitrale per lo Sport il prima possibile. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.