Allarme Coronavirus in Formula 1: rinviato il GP della Cina

Troppi rischi per il weekend di aprile a Shanghai, la decisione della Formula 1 è quella di rinviare la tappa cinese a data da destinarsi.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

La tappa sarebbe andata in scena tra 2 mesi, ma i rischi delle ultime settimane hanno portato ad una decisione drastica. La Formula 1 ha ufficialmente annunciato il rinvio del GP della Cina, in programma a Shanghai nel weekend tra il 17 e il 19 aprile 2020. Ancora ingestibile la situazione legata al Coronavirus nel Paese asiatico, tanto da non rendere sicura la disputa del Gran Premio sul piano dell'incolumità di staff e piloti.

La proposta di rinvio era stata recapitata nei giorni scorsi dalla Juss Sports Group, l'organizzazione che si occupa del GP cinese. Valutati i motivi della richiesta, la federazione internazionale ha avallato quanto scritto nella documentazione e ha disposto lo spostamento del weekend al fine di garantire la sicurezza e la salute degli addetti ai lavori e degli appassionati.

Non ancora individuata una data di recupero. La Formula 1 sta monitorando la situazione, per poter cercare un weekend vicino in cui disputare il Gran Premio. Ovviamente, qualsiasi decisione rimane subordinata alle disposizioni mediche che arriveranno dalla Cina, come espresso nel comunicato diramato dalla federazione:

Formula 1 e FIA continueranno a lavorare a stretto contatto con le autorità locali per monitorare la situazione e, in caso di condizioni favorevoli, valutare l'ipotesi di trovare date alternative nel corso dell'anno. Il Gran Premio della Cina è sempre stato una parte molto importante del calendario della F1, con una partecipazione incredibile da parte dei fan. Non vediamo l'ora di correre in Cina al più presto e auguriamo il meglio a tutto il Paese in questo momento difficile.

Formula 1, disposto il rinvio del GP della Cina per l'allarme Coronavirus
Formula 1, disposto il rinvio del GP della Cina per l'allarme Coronavirus

Formula 1, rinviato il GP della Cina per l'allarme Coronavirus

Se la posizione della federazione è quella di individuare una data in cui recuperare il GP, con il benestare delle autorità locali e delle disposizioni mediche, di tutt'altro avviso sembrano i team in gara. Il fronte comune ai box è quello che propende per la cancellazione del Gran Premio durante questa stagione, per evitare anche il minimo rischio nei prossimi mesi a prescindere dai via libera di carattere medico.

Non è da escludere, in questo momento, la consultazione di staff e piloti da parte della federazione, in modo tale da raggiungere una decisione unanime e trovare un punto d'incontro sulla questione relativa al GP della Cina.

Il tutto, poi, va conciliato con il calendario. Il rinvio del 19 aprile porterà di fatto ad una pausa di 4 settimane tra il GP del Vietnam del 5 aprile e il GP d'Olanda del 3 maggio. I due weekend provvisoriamente individuati dalla federazione sono quelli del 4 ottobre e del 22 novembre, che però porterebbero le scuderie ad affrontare in entrambi i casi 3 gare in 3 settimane consecutive.

In attesa di una soluzione ufficiale, la Formula 1 festeggerà la millesima gara della sua storia a Le Castellet, nel GP di Francia del 28 giugno, piuttosto che nel GP del Canada a Montreal, il 14 giugno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.