F1, svelata la livrea della Mercedes, orfana di Hamilton e Bottas

I dirigenti della Casa tedesca e lo staff del team anglo - germanico hanno presentato al mondo la livrea ufficiale 2020, ma Lewis e Valtteri non erano presenti alla cerimonia di lancio.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quella che vedete in foto è la Mercedes Formula 1. La numero 44 per la precisione, cioè, quella del campione del mondo in carica. Lewis Hamilton, proprio lui. L'inglese non era presente durante la cerimonia di lancio della vettura e nemmeno Valtteri Bottas si trovava nei paraggi. Strano ma vero. A parte i dirigenti della Casa tedesca e tutti i rappresentanti dei vari sponsor, solo Toto Wolff rappresentava il team AMG.

In una sala decisamente elegante e lussuosa, si potevano ammirare dipinti di valore e lampadari costosissimi. Il pezzo più pregiato, però, era lei. La W10. Il Royal Club Automobile di Londra è stato messo al servizio della Regina, la campionessa in carica, nel massimo del motorismo da competizione. Una location d'eccezione, nel cuore della Gran Bretagna da corsa. Proprio dove è nato Hamilton.

Tutti i presenti hanno notato come nella freccia d'argento ci fosse un nuovo colore. Il rosso. D'accordo, in effetti l'inedita tinta si nota, ma non è una scelta grafica. Semplicemente, questo colore deriva da uno sponsor appena entrato nei partner commerciali e, giustamente, ecco il rosso che lo contraddistingue. Qualche malizioso ha pensato che si trattasse di un richiamo alla Ferrari, andando clamorosamente fuori rotta. In Mercedes pensando solo a loro stessi e a vincere ancora il titolo della Formula 1.

La Mercedes Formula 1 è argentea e con un tocco di rosso
La Mercedes Formula 1 di Lewis Hamilton

F1, ecco la Mercedes, ma non è la vettura 2020. E i piloti dov'erano?

In una cerimonia del genere, ci si aspettava di trovare coloro che dovranno guidare il bolide al centro della sala. Invece, chi li ha visti? Lewis Hamilton e Valtteri Bottas non erano presenti, chissà se sono stati invitati o meno. Toto Wolff era orgoglioso, come i vertici del marchio teutonico. Sarebbe stato bello vedere i piloti attorno alla W10, niente di fatto. Per il momento, perché, tra poco, si scenderà in pista per i primi test della stagione.

Proprio The Hammer dovrà difendere il numero 1. O meglio, il numero 44 dovrà difendere il titolo conquistato. Anche il team vorrà ripetere quanto fatto, ovvero, centrare il campionato dedicato alle scuderie. Questi sono gli obiettivi Mercedes, da sempre. Specialmente in questo 2020, stagione che chiude un'era tecnologica e lascia spazio al nuovo che avanza. Anche se, il detto dice: "auto che vince, non si tocca" nel reparto corse inglese sono tante le novità apportate al prototipo argenteo.

Appunto, perché non presentare la monoposto nuova? Quella vista è solo la livrea che verrà sfoggiata nei weekend di gare, mentre le linee e tutto il resto restano una incognita. Per adesso. Tra poco si torna ad accendere i motori e potremo ammirare tutte le macchine protagoniste delle ostilità di quest'anno. Forse è proprio questo il motivo: non essendo il lancio della vettura nuova, Hamilton e Bottas hanno evitato di scomodarsi. Fossimo stati nei panni degli sponsor, ci saremmo offesi. Succedono cose particolari anche in Formula 1.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.