MotoGP, Marquez: "La spalla sta peggio di quanto sperassi"

Le parole del pilota spagnolo dopo la prima giornata di test a Sepang.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Al termine della prima giornata di test della MotoGP a Sepang, Marc Marquez ha detto chiaramente ai microfoni di AS di avere problemi alla spalla destra operata lo scorso 28 novembre:

L'anno scorso sentivo più dolore ma avevo più potenza, quest'anno avverto meno dolore ma ho anche meno potenza. La spalla non è ancora in perfette condizioni, sta peggio di quanto sperassi. Trovo difficoltà nel piegare in curva. Non posso fare altro che essere paziente. È difficile sapere come reagirà il corpo. La sensazione generale è che mi sento meglio rispetto allo scorso anno, ma il problema è che il muscolo ha ancora bisogno di tempo per riattivarsi. Due settimane fa era impossibile per me anche solo salire in moto. Quando si hanno infortuni simili, se non lavori nel modo giusto non vedrai miglioramenti. Siamo sulla buona strada. La cosa più importante è che sono stato in grado di provare subito la moto

Poi ha proseguito: 

L'anno scorso mi è servito per acquisire altra esperienza, ho imparato ad essere paziente per cercare di fare del mio meglio. L'importante è trovare la strada giusta, manca ancora un mese alla prima gara in Qatar...

Sul lavoro fisioterapico svolto: 

Ho fatto 92 sessioni di fisioterapia per un totale di 250 ore di lavoro. Non è uno scherzo. Dal 2 dicembre abbiamo fatto tante doppie sessioni. Ho cancellato vacanze e programmi perché avevo in mente solo l'idea di essere pronto per il Qatar. Generalmente per questi infortuni servirebbero 4-6 mesi di recupero, ma se vuoi essere pronto in tempo devi concentrarti solo sul recupero. In quelle 250 ore non c'è solo un lavoro fisico. C'è stata anche tanta palestra, ghiaccio, lavoro di aumento della mobilità, potenziamento muscolare. La riabilitazione è dura, specialmente quando ci si sottopone a un intervento. A livello mentale non è facile, sono stati due mesi difficili. Il mio stile di guida comporta di correre rischi e porta anche a questo...

Sul suo futuro: 

Ho già iniziato a parlare con la Honda, ma penso passo dopo passo. La mia priorità è continuare con Honda, ma dobbiamo parlare di diverse cose

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.