Genoa, Preziosi nell'occhio del ciclone: non ha mai pagato Agudelo

Gravi accuse da parte del presidente dell'Atletico Huila, che lamenta il mancato saldo del cartellino del calciatore: "Patti non rispettati". E il caso può finire alla FIFA.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una classifica deficitaria, vittorie che non arrivano e prospettive molto buie. Poi, come se non bastasse, c'è anche la possibilità che i creditori si presentino alla porta per chiudere i conti in sospeso. Sono ore complicate quelle che sta passando il Genoa, in piena lotta salvezza e con un futuro ancora tutto da scrivere. Come se non bastassero i già troppi problemi di campo e societari, sul Grifone si sta per abbattere l'ennesima tempesta. L'oggetto del contendere è il trequartista colombiano Kevin Agudelo, arrivato in Italia quest'estate per vestire i colori rossoblu. Secondo quanto riportato dalla stampa sudamericana, il giocatore non sarebbe mai stato pagato.

Sì, avete capito bene: Enrico Preziosi non ha mai sganciato nemmeno un centesimo per il cartellino di Agudelo, oggi in forza alla Fiorentina. Ad accusare il presidente del Genoa è il suo collega Jorge Fernando Perdomo, numero uno dell'Atletico Huila, la società che in estate aveva venduto il trequartista al Genoa. Perdomo sostiene, tra le altre cose, che non solo il cartellino del calciatore colombiano non è mai stato saldato, ma anche che la società ligure è venuta meno all'accordo sulla percetuale della rivendita riguardante un passaggio a un terzo club, cosa avvenuta durante il mercato di gennaio.

Non solo non ci sono stati riconosciuti i termini dell'accordo che avevamo preso con il Genoa, ma dall'Italia non abbiamo mai ricevuto nemmeno la prima parte del pagamento. Di certo non staremo a guardare.

Il cartellino di Agudelo sarebbe dovuto essere saldato in due parti, la prima con scadenza 31 luglio e la seconda a fine ottobre. Ma questi soldi, in Colombia, non si sono mai visti. Per questo motivo l'Atletico Huila ha dichiarato il Genoa come insolvente e, molto probabilmente, porterà il caso davanti alla FIFA, che a quel punto potrebbe dare ragione a Perdomo e mettere in difficoltà sia il Genoa che la Fiorentina.

Genoa Agudelo
Kevin Agudelo in azione ai tempi del Genoa: il trequartista colombiano è al centro di una disputa tra il Grifone e l'Atletico Huila, il suo precedente club. Secondo i colombiani, Preziosi non avrebbe mai corrisposto nemmeno un centesimo per l'acquisto del giocatore

Nuova bufera sul Genoa: accuse dalla Colombia per l'affare Agudelo

Infatti la società viola ha acquistato Agudelo a titolo definitivo, prelevandolo formalmente in prestito con un obbligo di riscatto che sarà esercitato al raggiungimento di un numero molto basso di partite giocate. Il trequartista ha già fatto il proprio esordio davanti ai nuovi tifosi ma, qualora la FIFA dovesse dare ragione all'Atletico Huila, ecco che il trasferimento potrebbe essere addirittura annullato. Difficile dire oggi cosa potrà eventualmente succedere, ma di certo il Genoa - per l'ennesima volta - non ne esce bene. Nei prossimi giorni è attesa una risposta di Preziosi, che per ora non ha rilasciato alcuna dichiarazione al riguardo.

Agudelo, nella prima parte di stagione, ha messo insieme 10 spezzoni per un totale di 666 minuti in rossoblu, considerato quasi sempre una seconda linea dall'allenatore di turno. Con Thiago Motta ha esordito e fatto vedere le cose migliori: il suo primo, e fino a oggi unico gol in Serie A, è arrivato nel vittorioso 3-1 contro il Brescia, ma la prestazione migliore l'ha sfoderata sul campo della Juventus, facendo letteralmente impazzire i bianconeri. A Firenze ha già assaggiato il campo nel finale del match dell'Allianz Stadium, perso 3-0 dalla squadra di Iachini, ma se le accuse del club colombiano dovessero essere fondate ecco che potrebbe aprirsi un periodo complicato anche per lui. Che, a questo punto, non può non sperare che tutto si sistemi in fretta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.