UFC 247, non solo Jones: tornano Valentina Shevchenko e Derrick Lewis

UFC 247 è ormai alle porte. Abbiamo già parlato di Jon Jones, ma il campione dei massimi-leggeri non sarà l'unico protagonista della serata.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

UFC 247 è ormai alle porte e ci apprestiamo a vedere il ritorno in gabbia di volti noti e già protagonisti di grandi imprese. Abbiamo già parlato di Jon Jones, vero e proprio dominatore della divisione dei massimi-leggeri, adesso alle prese con l'imbattuto Dominick Reyes, una minaccia da non sottovalutare. Per una breve analisi dei fighter coinvolti nel main-event della serata, potete cliccare qui. Ma la card numerata 247 di UFC non segnerà solo il ritorno di Jones, ma tanto altro.

A partire dalla campionessa della divisione al limite delle 125 libbre, quella dei pesi mosca, Valentina Shevchenko, già sfidante anche al titolo dei pesi gallo. La Shevchenko è parsa priva di difetti nelle sue uscite da peso mosca. Non ha avuto difficoltà nel match di inaugurazione del titolo contro Joanna Jedrzejczyk, dominata con una certa eleganza a UFC 231 e battuta per l'ennesima volta, considerando che le due si erano già affrontate in match di muay thai. 

Due difese titolate dopo, la campionessa proveniente dal Kirghizistan affronta Katlyn Chookagian, una vecchia conoscenza del pubblico del Bel Paese, che l'ha vista a UFC on Fox 27 battere con una decisione sul filo del rasoio (ma unanime) Mara Romero Borella. La Chookagian è una macchina da punti, ha terminato prima del limite solo 3 volte i suoi match, ma è una fighter abbastanza completa e può mettere in difficoltà chiunque. Con un record di 13 vittorie e 2 sconfitte (entrambe arrivate per decisione non unanime contro due ex sfidanti al titolo, Jessica Eye e Liz Carmouche), negli ultimi 8 match ha fatto finire sempre i match nelle mani dei giudici, ottenendo sei vittorie. 

UFC 231: Chookagian vs Eye
A UFC 231, Katlyn Chookagian centra Jessica Eye con un diretto al volto

UFC 247: torna Jones, ma anche Shevchenko e Lewis

Valentina Shevchenko (18-3) nelle ultime uscite è sembrata davvero perfetta. La kirghistana è una fighter che in carriera si è fermata (e nemmeno in maniera tanto netta) contro Amanda Nunes, ma che ha fatto praticamente ciò che ha voluto del resto delle sue avversarie, arrivando a farle sembrare inadeguate nelle sfide contro di lei. Shevchenko pare crescere sempre di più ad ogni uscita; il suo background nella muay thai la rende forse la striker più pericolosa in circolazione, un concentrato di estro ed esplosività che le ha consentito di ottenere 5 vittorie in carriera per KO o TKO. L'area in cui Shevchenko sorprende di più però è quella del suolo. Pur non essendo una grappler pura, Valentina ha ottenuto ben 7 vittorie in carriera per sottomissione, alcune delle quali anche contro grappler affermate come Julianna Peña. "Bullet" fa paura, tiene fede al proprio soprannome ed è la regina dei pesi mosca con merito, avendo praticamente surclassato ogni avversaria. Combattente dal quoziente intellettivo in gabbia altissimo, ha controllo delle distanze e delle angolazioni a dir poco superbi, caratteristiche che, abbinate alla difesa dai takedown e nel grappling in generale, la rende un vero e proprio incubo per le proprie avversarie. 

Katlyn Chookagian è una fighter morigerata ed intelligente. Sceglie bene i momenti in cui attaccare e capisce ottimamente i momenti in gabbia. È, come detto, una fighter che preferisce portare i match sulla distanza, consegnandoli con sicurezza nelle mani dei giudici che, nella maggior parte dei casi, l'hanno premiata. È completa ed è un'ottima counterstriker, riuscendo spesso a piazzare colpi fra volto e figura anticipando gli attacchi avversari. È dotata di qualità in entrambe le fasi e spesso ha fatto notare la pericolosità dei suoi question-mark kick e la sua predisposizione negli attacchi in fase di grappling; seppur non sia dotata di grande potenza nei colpi, il ritmo ed il quantitativo degli stessi rimane spesso in attivo nel bilancio contro le sue avversarie. È una combattente ostica e difficile da decifrare, ma nel confronto con la Shevchenko potrebbe essere costretta a scoprirsi ed in termini di qualità tendo a considerare la campionessa ancora un passo avanti in ogni zona del combattimento.

Il primo match della main card vedrà il ritorno in gabbia di Derrick Lewis (22-7, 1 NC), che darà il benvenuto nella divisione dei pesi massimi allo svedese compagno di allenamento di Alexander Gustafsson, Ilir Latifi (14-7, 1 NC). Latifi aveva trovato un buon momento, inanellando due importanti vittorie contro Tyson Pedro e Ovince St. Preux. I due successi però hanno fatto seguire due sconfitte, contro Corey Anderson e Volkan Oezdemir, motivo per cui Latifi ha optato per il cambio di categoria. La sua qualità in grappling, il wrestling straripante e la capacità di tenere a terra gli avversari e demolirli in ground and pound gli hanno fatto guadagnare il soprannome di "Sledgehammer" e sembrano le qualità che servono per creare a Derrick Lewis seri problemi. Lo statunitense ha sorpreso più e più volte nella divisione dei massimi e dopo tre vittorie consecutive, due delle quali contro Francis Ngannou (in uno dei match più noiosi della sotria dello sport) e Alexander Volkov, ha perso nel match titolato contro Daniel Comrier ed è stato abbattuto da Junior dos Santos per poi risorgere contro Blagoy Ivanov. La potenza nei colpi di Lewis, insieme alla sua capacità di trovare il momentum e sfruttarlo sono le sue caratteristiche più rappresentative, in questo Derrick ha dimostrato di essere uno dei combattenti più sorprendenti in circolazione; ma basteranno per tener testa ad un grinder come Latifi?

La risposta arriverà l'8 febbraio. Intanto, vi lasciamo con un riepilogo della main card e con un bellissimo promo sul main event della serata.

  • Jon Jones vs Dominick Reyes (titolo dei massimi-leggeri)
  • Valentina Shevchenko vs Katlyn Chookagian (titolo femminile dei pesi mosca)
  • Juan Adams vs Justin Tafa (pesi massimi)
  • Mirsad Bektic vs Dan Ige (pesi piuma)
  • Derrick Lewis vs Ilir Latifi (pesi massimi)

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.