Siviglia, Suso: "Ho lottato contro tutto e tutti per venire qui"

Le parole del nuovo giocatore degli andalusi.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Suso è ufficialmente un nuovo giocatore del Siviglia. L'operazione tra il Milan e gli andalusi è andata in porto con la formula del prestito di 18 mesi, fino al 30 giugno 2021, con diritto di opzione per l'acquisizione definitiva che diventerà obbligo al verificarsi di determinate condizioni (tra cui la qualificazione degli spagnoli alla prossima Champions League). In totale si parla di un affare da 20 milioni di euro. Intanto il giocatore ha rilasciato le prime dichiarazioni da giocatore del Siviglia: 

Il Milan e il Siviglia sapevano bene quanto volessi venire qui. Ho vissuto settimane difficili, ho dovuto lottare contro tutto e tutti, ma la cosa importante è che adesso sono al Siviglia. Volevo venirci da tempo, ci abbiamo provato anche l'estate scorsa. Questo è il posto giusto per far decollare la mia carriera una volta per tutte. Mister Lopetegui mi conosce meglio di chiunque altro: mi ha allenato in tutte le giovanili della Nazionale e con lui ho debuttato nella Spagna. Sono davvero felice. Devo migliorare in molti aspetti, ma come ho detto penso di essere nel posto giusto con l'allenatore giusto. Io e la mia famiglia siamo molto felici, abbiamo lo stesso obiettivo

Suso, che lasciato il Milan dopo aver collezionato 153 presenze e 24 gol, ha poi salutato così su Instagram i suoi tifosi:

È stata una notte complicatissima, era la mia ultima a Milano, sono un po' confuso. Ho sempre parlato poco ma ho sempre amato Milano e il Milan, ho sempre dato tutto per i colori del Milan, me ne vado in punta di piedi esattamente come anni fa sono arrivato. Non ho mai fatto proclami e promesse, non ho mai amato esagerando, ho sempre e solo provato a difendere la maglia del Milan. Negli anni bui e negli anni meno bui ci ho sempre messo la faccia, le gambe e il cuore. Ce l'ho fatta a volte, altre volte non ce l'ho fatta ma ho fatto sempre tutto con onestà, con affetto e con attaccamento. Sono diventato uomo con voi, ho acquisito la mia credibilità in campo, ho conquistato la Nazionale grazie a voi. Sono diventato uomo e padre fuori dal campo, mi mancheranno le mie passeggiate in Duomo, mi mancherà Milano, la gente che ci lavora, mi mancheranno i miei compagni, i miei amici, i dirigenti e i tifosi. Ma mi mancherà soprattutto una cosa, la maglia rossonera, che è stupenda, l'ho sempre rispettata, sempre amata. Ho preteso sempre il massimo da me stesso e vado via senza rimorsi, senza rimpianti, a testa alta. Il mio compito qui è finito, adesso non tocca più a me, ma non dimenticherò mai nulla, né le cose belle né le cose meno belle. Sono arrivato in un Milan in difficoltà, quando stava male ho dato la mia disponibilità per difendere in campo questo club. Abbiamo passato anni particolari, diverse proprietà, tanti dirigenti, numerosi allenatori e oggi sono qui. Non avete idea di quello che provo in questo momento, non sono stato e non sarò bravo neanche stavolta nel raccontarvi le mie emozioni, ma credetemi: mi mancherete, in bocca al lupo. Grazie Milan sarò per sempre un tifoso vostro, con affetto, Suso

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.