Gli effetti del Coronavirus sul calcio: in fuga dalla Cina

Da El Shaarawy a Yaya Touré, passando per i trasferimenti mancati come quello di Pastore dalla Roma. L'epidemia mette in apprensione i calciatori.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'epidemia del Coronavirus sta tenendo in apprensione il mondo intero e il calcio, adesso, non fa più eccezione. La prima giornata della Chinese Super League era in programma sabato 22 febbraio, ma la federazione ha deciso di sospendere tutti i match di calcio del 2020. La scelta fa seguito ai rinvii dei Mondiali indoor di atletica e delle tappe della Coppa del Mondo di sci in programma proprio nel Paese colpito dal virus.

Le ultime decisioni, così come la preoccupazione legata alle condizioni di salute della popolazione, stanno portando diversi calciatori a valutare un nuovo trasferimento oppure, in alternativa, un ritorno in Europa in attesa che rientri l'allarme.

Mancano pochissimi giorni alla chiusura del calciomercato invernale, ma potrebbe non essere una discriminante nel caso in cui i calciatori dovessero chiedere di svincolarsi dai propri club d'appartenenza, firmando così un nuovo contratto fuori dal confine cinese dopo la rescissione. Una fuga deleteria per il campionato, che potrebbe perdere tanti giocatori di spicco prima dell'inizio della stagione.

Coronavirus, gli effetti sul calcio: è fuga dalla Cina, El Shaarawy e Pellè tornano in Europa?
Coronavirus, gli effetti sul calcio: è fuga dalla Cina, El Shaarawy e Pellè tornano in Europa?

Coronavirus, gli effetti sul calcio: calciatori in fuga dalla Cina

Il fattore Coronavirus potrebbe richiamare in Serie A i calciatori italiani impegnati nella Chinese Super League. Stephan El Shaarawy e Graziano Pellè, rispettivamente allo Shanghai Shenhua e allo Shandong Luneng, rimarrebbero ai box fino a data da destinarsi, senza mettere partite nelle gambe e con un allenamento non finalizzato alle partite ufficiali.

Un trasferimento in Europa potrebbe essere l'occasione per giocarsi le proprie chances in vista di Euro 2020, ma ci sarebbe da superare lo scoglio dell'ingaggio: El Shaarawy dovrebbe rinunciare a 16 milioni di euro netti a stagione, Pellé a poco più di 15. Difficile che i club europei si avvicinino alle cifre della Chinese Super League, ma il fattore epidemia potrebbe spingere i calciatori a ridurre notevolmente le proprie pretese economiche.

Pellè
Fuga dalla Cina per il Coronavirus, i big rinunceranno ai contratti faraonici?

Gli altri big della Chinese Super League

Discorso identico per gli altri top players del campionato cinese. I club europei potrebbero fiutare l'affare per riportare diversi calciatori nelle leghe più competitive del mondo. Yaya Touré, nonostante i quasi 37 anni, potrebbe valutare un ritorno in Europa per il 2020, così come Oscar, Marouane Fellaini e Moussa Dembelé o Marko Arnautovic e Salomon Rondon, tutti ex elementi della Premier League che potrebbero lasciare la Cina in tempi brevi.

Vale anche il discorso inverso: la Roma era pronta a cedere Javier Pastore, che sarebbe andato a giocare in Cina per la seconda parte di stagione. Il rinvio del campionato per il Coronavirus ha fatto saltare una trattativa ormai chiusa, costringendo i giallorossi a rivedere le proprie strategie di mercato a pochi giorni dalla chiusura.

Le nuove regole finanziarie che stanno caratterizzando la Chinese Super League, inoltre, potrebbero diventare un fattore decisivo: da quest'anno, i club cinesi non potranno acquistare giocatori per affari che superano i 143 milioni di euro tra trasferimento e ingaggio, né potranno pagare un giocatore più di 3 milioni di euro netti all'anno.

Pur non trattandosi di una norma retroattiva, i big già presenti nella CSL faranno ben presto i conti con una riduzione del patrimonio cinese da investire nel calcio, tastando con mano gli effetti che tutto ciò avrà sul movimento nazionale. Oltre al Coronavirus, componente più imminente nelle eventuali scelte di mercato, potrebbe esserci anche il fattore economico.

Touré
Yaya Touré, Oscar e tanti altri: la Cina potrebbe perdere i suoi pezzi pregiati

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.