Morte Kobe Bryant: i dialoghi tra pilota e torre di controllo

L'ATC ha rilasciato il contenuto della conversazione tra Ara Zobayan, pilota del chopper, e le autorità aeroportuali della zona: la ricostruzione.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tra il dolore per la morte di Kobe Bryant e gli omaggi da tutto il mondo dello sport, è anche il momento di risalire alle cause dell'incidente in cui l'ex stella dei Los Angeles Lakers ha perso la vita domenica mattina. Le forze dell'ordine e le autorità aeroportuali stanno lavorando in sinergia per ricostruire gli ultimi momenti prima dello schianto.

Nelle scorse ore l'ATC, il controllo del traffico aereo, ha rilasciato l'audio della conversazione che Ara Zobayan, pilota del chopper di Kobe Bryant, ha avuto con la torre di controllo prima del decollo e durante il volo fino a Calabasas, a nord di Los Angeles, dove si è poi verificato l'incidente. Il contatto tra l'elicottero ed i controllori a terra si è interrotto alle ore 9:46, ora esatta dell'impatto al suolo.

L'inizio della conversazione avviene alle 9:16 in contatto con la torre di controllo di Burbank: 30 minuti in cui il velivolo viene monitorato attraverso le complicate condizioni meteo della zona, con una nebbia già fitta prima del decollo.

Morte Kobe Bryant, l'ATC rilascia la conversazione tra il pilota dell'elicottero e la torre di controllo
Morte Kobe Bryant, l'ATC rilascia la conversazione tra il pilota dell'elicottero e la torre di controllo

Morte Kobe Bryant, la conversazione tra pilota e torre di controllo di Burbank

Proprio a quell'ora, quando il decollo era stato appena effettuato, Ara Zobayan riceve il primo messaggio dai controllori a terra:

Elicottero 72EX, qui è la torre di controllo di Burbank. Dichiarate le vostre intenzioni.

Il chopper viene collocato dalla torre di controllo nella "Classe C", una fascia di altitudine tra i 365 e i 1200 metri d'altezza. La risposta di Zobayan arriva alle 9:21, quando verosimilmente avrebbe cominciato ad avere problemi di visibilità nonostante un percorso dritto davanti a sé:

Stiamo mantenendo la modalità VFR Speciale, diretti lungo la strada 101 in direzione ovest.

La modalità VFR Speciale è il primo indice di scarsa visibilità, perché viene attivata quando la visuale libera è tra gli 800 e i 5000 metri e il volo a semplice vista non è più considerato sicuro. La torre di controllo risponde immediatamente, chiedendo a Zobayan di uscire dalla "Classe C" perché è sulla stessa rotta di un altro velivolo. Il pilota, che attende di conoscere le comunicazioni date anche all'altro velivolo, si limita ad una risposta breve:

Restiamo in attesa.

Alle 9:22, la torre di controllo risponde dopo aver contattato l'altro velivolo:

Ci vorrà un po' di tempo. C'è un velivolo Citation 9 che si trova a circa un miglio di distanza. Dovrebbe essere fuori dalla vostra zona tra circa 3 minuti.

Zobayan non si scompone:

Ok, continuiamo ad aspettare.

Nel frattempo, dalla torre di controllo arrivano ulteriori informazioni sulla rotta da seguire:

A proposito del vostro piano di volo, potete aspettare di transitare dalla zona a nord dell’aeroporto. Ho parlato in via telefonica con l’aeroporto Van Nuys e ci sono diversi velivoli pronti a partire in quella direzione. Per questo potete aspettare di seguire la quinta a nord e virare in quel modo.

La risposta del pilota di Kobe Bryant è affermativa:

Va bene, nessun problema.

Zobayan rispetta le indicazioni da terra e continua a volare in traiettoria circolare, in attesa di nuove comunicazioni sulla rotta da seguire. Alle 9:30 il pilota viene ricontattato dalla torre di controllo:

Dovete aspettare qualche altro minuto. C’è in viaggio un altro velivolo in modalità VFR Speciale che ho necessità di far transitare. Ci vorranno circa 15 minuti di attesa.

Zobayan annuisce, poi riceve un secondo messaggio alle 9:32 e ottiene di fatto il via libera:

Adesso muovetevi in direzione nord ovest, seguite la direzione della Interstate 5, mantenendo sempre la modalità VFR Speciale e tenendovi al di sotto dei 760 metri.

Dall'elicottero arriva la conferma di aver recepito il messaggio da terra e nel giro di pochi secondi arrivano aggiornamenti dalla torre di controllo:

La zona di volo Classe C è stata liberata in direzione da sud-est a nord-ovest.

Zobayan conferma la sua posizione, ma anche la scarsa visibilità che persiste anche al di fuori della "Classe C":

Ho preso nota, manterremo la modalità VFR Speciale.

Alle 9:33, la torre di controllo comunica la richiesta di un cambio di rotta:

Potreste seguire la statale 118?

È la strada che collega Los Angeles alla costa fino alla città di Ventura, con un cambio di direzione verso ovest. Zobayan approva la variazione e comunica gli spostamenti che effettuerà nel breve:

Seguiamo la 118 e poi gireremo attorno all’aeroporto per imboccare la 101.

Da Burbank arriva l'approvazione sul nuovo percorso. Alle 9:35 arriva l'ultima comunicazione della torre di controllo, che da quel tratto di rotta in poi passerà il contatto di Zobayan all'aeroporto:

Continuate a seguire la direzione 5 nord-ovest per poi prendere la 118. Poi dall’aeroporto Van Nuys vi guideranno. Il servizio radar termina qui.

Alle 9:36, il pilota dell'elicottero conferma di aver recepito il messaggio:

Va bene, passiamo alle comunicazione con l’aeroporto.

Il contatto con l'aeroporto Van Nuys

Le condizioni meteo rimangono avverse, ma non ci sono segnali negativi sul prosieguo del volo. Alle 9:37, Zobayan si mette in contatto con l'aeroporto Van Nuys:

Qui vi parla l’elicottero 72EX, stiamo volando in modalità VFR Speciale e al momento siamo a 425 metri dal suolo.

Immediata la risposta dall'aeroporto, che dà le prime indicazioni al velivolo:

Qui la torre di controllo: vento calmo, nuvole a circa 335 metri da terra. Abbiamo liberato la fascia aerea "Classe D", lungo la direttrice che segue la statale 118. Avvisateci quando sarete in modalità di volo VFR o quando entrerete nella classe D. Transitate al massimo a 760 metri d’altezza.

Zobayan risponde nel giro di pochissimi secondi:

Siamo in condizioni di volo VFR e poi saremo in direzione della statale 118. Al momento siamo a 425 metri d’altezza.

La torre di controllo del Van Nuys cerca di mettere l'elicottero nelle migliori condizioni possibili:

Grazie, quando sarete nei pressi del Van Nuys D, volete mettervi in contatto con il SoCal?

Zobayan conferma la richiesta. Il SoCal Approach è una società che si occupa dei sistema di radar e comunicazioni radio per tutti i velivoli a bassa quota che transitano da Los Angeles e, più in generale, nel sud della California, nelle zone in cui il contatto con le torri di controllo si fa più complicato. Alle 9:39, Zobayan chiede al Van Nuys l'autorizzazione per la virata verso la 101:

Possiamo iniziare a virare verso sud-est in direzione della 101?

Il Van Nuys consente la manovra:

Manovra approvata. State passando alle condizioni di volo previste dal protocollo VFR?

Zobayan dà l'ultima conferma all'aeroporto:

Sì, condizioni VFR, 457 metri da terra.

Dal Van Nuys arriva l'ultima comunicazione:

Grazie, contattate pure SoCal sulle loro frequenze per proseguire il vostro volo.

I tentativi del SoCal

Alle 9:40, SoCal invia il primo segnale a Zobayan ma non riceve risposta: può trattarsi di una scarsa ricezione momentanea o di una fase del volo in cui il pilota è impegnato in manovre più urgenti. Alle 9:42 arriva il secondo messaggio:

State seguendo la procedura codice 1200, state richiedendo il monitoraggio del vostro percorso?

Il codice 1200 è la procedura standard per tutti i voli in modalità VFR. Un minuto più tardi, il SoCal prova nuovamente a contattare Zobayan:

Elicottero 72EX dove siete? Comunicate la vostra direzione.

Anche in questo caso nessuna risposta, prima dell'ultimo messaggio inviato alle 9:44:

State volando a una quota troppo bassa!

Messaggio che, però, non è mai stato ricevuto a bordo dell'elicottero. Nel giro di 40 secondi, il SoCal perde definitivamente il contatto con il chopper di Kobe Bryant. Alle 9:46 avviene ufficialmente lo schianto sulle colline di Calabasas: negli ultimi secondi in cui è stato captato il segnale dell'elicottero, Zobayan ha tentato una manovra di risalita senza successo.

La velocità a cui andava l'elicottero, invece, rientrava nei parametri della procedura VFR Speciale: 285 km/h. È la conferma del fatto che il pilota ha rispettato il protocollo di volo in relazione alle condizioni meteo precarie. Ciò non è bastato, però, per evitare il tragico destino delle 9 persone a bordo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.