Un compleanno da leggenda: Buffon festeggia 42 anni

La bandiera della Juventus celebrata dal bianconero nel giorno del suo anniversario.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Leggenda lo è già adesso, lo sarà ancora di più domani. Spegne oggi 42 anni uno dei più grandi della storia del calcio italiano: Gigi Buffon, straordinario portiere della Juventus, è una pagina di storia intramontabile del nostro calcio. Dal giorno del suo esordio nel 1995 in un Parma-Milan finito 0-0 a oggi, una crescita esponenziale che lo reso una bandiera della Juventus e della Nazionale. 

Nel suo curriculum un indimenticabile Mondiale nel 2006 vissuto da protagonista assoluto, un Europeo Under 21, una Ligue 1 e una Supercoppa francese, 9 scudetti (sarebbero 11 senza i due revocati), svariate coppe nazionali (5 Coppe Italia e 6 Supercoppe italiane) e una sola internazionale, la Coppa Uefa vinta con la maglia del Parma nel 1999, nella finale contro il Marsiglia.

È già adesso il calciatore con più presenze nella storia della Serie A (647), ma il record è ulteriormente migliorabile. Dopo gli inizi al Parma ha legato il suo nome a quello della Juve, lasciando per appena un anno con la parentesi al Psg. Poi il ritorno, perché il richiamo della Vecchia Signora era troppo grande per non ascoltarlo. Ha accettato il ruolo di riserva di Szczesny, ma continua ad avere il suo spazio in squadra. Sarri lo ripete sempre, “Buffon è fondamentale per la Juventus”. E il club bianconero si gode il giorno del compleanno del suo campione, celebrandolo con un post sui suoi canali ufficiali:

Unico, Leggenda, Supereroe. Buon compleanno Gigi Buffon!

Un compleanno da leggenda: Buffon festeggia 42 anni

Il portiere ha poi parlato a SkySport:

Dopo una certa età fare gli anni non è una grande festa, però è un qualcosa di inevitabile, va accettato sempre con il sorriso sulle bocca. E con la soddisfazione a 42 anni di essere ancora un calciatore e di avere sempre un buon rendimento e di essere una persona felice. Come vedo il mio futuro? Guardiamo come arrivo a marzo-aprile, se non ci sarà un crollo verticale... Io sono pronto e aperto a tutte le idee, quella più importante è di rimanere sempre in equilibrio e coerente con quello che sto facendo e come mi fa sentire. Se quello che sto facendo è ancora di livello alto, come io lo reputo ancora adesso, è un qualcosa che mi dà soddisfazione. Il ruolo che ho nella squadra e il rapporto che ho con tutti è un qualcosa che mi gratifica tanto e in certi momenti penso sia anche importante. Aspettiamo un attimino e vediamo. Se non c'è il crollo che tutti sperano ci sia da dieci anni magari andremo avanti, sennò non ci sarà problema e ci fermeremo.

C'è modo anche per parlare della sconfitta di Napoli:

Quella di Napoli è stata una brutta sconfitta, potevamo e dovevamo fare meglio. Passaggi delicati e negativi come questi sono comunque utili in una stagione. Sono utili per ritrovare una certa fame, umiltà, per non dare nulla di scontato. Probabilmente anche noi, inconsciamente, abbiamo realizzato di affrontare il Napoli in grande difficoltà. Ti dovrebbe far alzare le antenne e dare un entusiasmo incredibile, però è anche vero che anche senza vincere avevamo la certezza e la serenità di essere in testa e comandare. Se fosse stata una partita determinante per la Juve, avremmo vinto.

Su Kobe Bryant:

La morte di Kobe è stata qualcosa di inverosimile. Quando disgrazie del genere capitano a personalità così importanti e nel pieno della loro vita, ti fanno sentire molto più vulnerabile. Sembra che la vita e lo star bene a determinate persone sia quasi dovuto. Quindi non immagini mai che un mostro sacro, uno sportivo ineguagliabile come Kobe Bryant potesse avere un epilogo simile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.