Giudice sportivo, due giornate a Lautaro Martinez: salta il derby

L'argentino pagherà con l'assenza contro il Milan il suo sfogo durante la partita tra Inter e Cagliari.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Arrivata la decisione del giudice sportivo riguardo la posizione di Lautaro Martinez, espulso per proteste nell'ultima partita di Serie A tra l'Inter e il Cagliari. Come prevedibile sono state due le giornate di stop inflitte all'attaccante argentino che, salvo ricorsi, non potrà partecipare al derby con il Milan in programma tra due giornate di campionato.

Questa la motivazione:

Per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara (Sesta sanzione); per avere inoltre, al 48° del secondo tempo, all'atto del provvedimento di ammonizione, con estrema platealità, assunto un atteggiamento intimidatorio avvicinandosi vigorosamente al Direttore di gara al quale urlava in faccia frasi in spagnolo; dopo il provvedimento di espulsione veniva allontanato con forza dai suoi compagni di squadra reiterando la veemente protesta e scagliando con rabbia un pallone mentre abbandonava il terreno di giuoco e continuava ad inveire contro il Direttore di gara.

Serie A, le decisioni del giudice sportivo

Squalificato per lo stesso numero di giornate anche Tommaso Berni. Nel comunicato della Lega Serie A si può leggere anche un turno di stop invece per Dell'Orco (Lecce), Izzo (Torino), Lukic (Torino), Peluso (Sassuolo), Bennacer (Milan), Bereszynksi (Sampdoria), Caceres (Fiorentina), Milenkovic (Fiorentina), Petagna (Spal), Tomiyasu (Bologna), Valoti (Spal).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.