Roma, Florenzi al Valencia: i dettagli dell'operazione

Gli spagnoli abbracciano il terzino della Nazionale che arriva in prestito secco fino a giugno.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La cessione di Alessandro Florenzi dalla Roma al Valencia in questa sessione di calciomercato invernale è cosa fatta. Il terzino, rimasto fuori nel derby contro la Lazio con il tecnico Paulo Fonseca che gli ha preferito Spinazzola e Santon senza neanche schierarlo nel tridente offensivo, sarà in Spagna nelle prossime ore. "Non sono emotivamente pronto - ha detto ai microfoni di Sky Sport - per parlare, quando sarà il momento lo farò. Se voglio dire qualcosa ai tifosi della Roma? Ci sono tante cose da dire". 

Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio di Sky Sport, il Valencia si è assicurato il numero 24 in prestito secco fino al prossimo giugno, quando le parti si ritroveranno nuovamente e decideranno il da farsi. 

Risolto quindi il grande nodo per la cessione di Florenzi che era quello della formula: il Valencia in un primo momento ha proposto alla Roma un prestito con diritto di riscatto che sarebbe diventato obbligatorio nel caso in cui i Murcielagos si fossero qualificati alla prossima edizione della Champions League. Alla fine, grazie al lavoro di Alessandro Lucci, agente del giocatore e intermediario tra i due club, si è optato per il prestito secco che ha messo tutti d'accordo. 

Alessandro Florenzi
Florenzi lascia la Roma e va al Valencia

Calciomercato, Florenzi lascia la Roma: va al Valencia

Il Valencia si trova attualmente al settimo posto in Liga ma a solamente due punti dalla quarta posizione in classifica che permetterebbe l'accesso all'Europa che conta. Il tecnico Albert Celades avrà ora una freccia in più nel suo arco per centrare l'obiettivo. Florenzi cercherà di mettersi in mostra per convincere il commissario tecnico Roberto Mancini a portarlo al prossimo Europeo in programma in estate. 

Roma, l'agente di Florenzi: "È un arrivederci..."

Ai microfoni Sky Sport è intervenuto l’agente di Alessandro Florenzi, Alessandro Lucci:

È tranquillo, sta bene. La cosa importante è che sia sereno, le parole a volte non hanno grossi significati. Bisogna pensare al presente e il presente dice che questa è la scelta giusta per tutte le parti con grande serenità. Come è nata la trattativa? È un vecchio feeling, per il prestito ne riparliamo a giugno. Adesso lui deve giocare e si deve divertire. Un addio o un arrivederci? È sempre un arrivederci nella vita...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.