Serie A, pagelle Roma-Lazio: una papera a testa per Strakosha e Pau Lopez

Allo Stadio Olimpico finisce 1-1: al gol di Dzeko risponde Acerbi, migliore in campo per i biancocelesti. Giallorossi trascinati da Smalling e Under.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Finisce 1-1 come all'andata il derby della Capitale, ma se la prima volta era la Lazio a meritare qualcosa in più, stavolta è la Roma che ai punti probabilmente ha mostrato più dell'avversaria. Una stracittadina decisa dai due erroracci dei portieri Strakosha e Pau Lopez, che regalano a Dzeko e Acerbi le reti che hanno fissato il risultato sul pareggio in questo match valido per la 21esima giornata di Serie A. Nel primo tempo parte molto meglio la Roma, che non lascia respirare la Lazio con un pressing altissimo e il blocco delle fonti di gioco biancocelesti grazie alle marcature preventive di Veretout su Luis Alberto, Cristante su Milinkovic e Pellegrini su Leiva. La squadra di Fonseca spinge molto sulle fasce, in particolare su quella di Under, a tratti imprendibile.

I biancocelesti faticano come raramente è capitato nel corso di questa stagione e per un'enorme ingenuità di Strakosha vanno sotto al 26' grazie a un gol di Edin Dzeko, bravo a crederci fino all'ultimo e a indirizzare un pallone comunque non semplice. Dopo neanche un minuto i giallorossi hanno l'opportunità di raddoppiare con Under prima e Dzeko poi, ma due salvataggi di Luiz Felipe e Radu sventano in extremis.

Al 34' arriva il pareggio della Lazio, non attraverso azione manovrata come suo solito, ma sugli sviluppi di un calcio d'angolo sul quale Pau Lopez replica alla papera del collega laziale con una serie di scelte goffe che portano alla rete scaltra di Acerbi. L'ultimo squillo del primo tempo è un palo di Pellegrini, con un destro meraviglioso dal limite dell'area sul quale avrebbe potuto fare ben poco Strakosha. In avvio di ripresa Veretout ci prova subito su assist di Spinazzola ma il tiro termina di poco a lato. Al 49' episodio chiave, con l'arbitro che assegna un calcio di rigore alla Roma per un contatto tra Patric e Kluivert: dopo essere stato richiamato dal Var, però, Calvarese cancella giustamente la sua decisione iniziale, perché è l'olandese a colpire lo spagnolo e non viceversa. Le due squadre cominciano ad allungarsi, con più spazi la Lazio riesce a proporre qualcosa in più rispetto al primo tempo ma senza precisione e lasciando sempre il controllo del gioco in mano alla squadra di Fonseca. I cambi di entrambi gli allenatori non cambiano l'inerzia e la gara scivola fino al 90' senza altri gol.

Serie A, Roma-Lazio
Roma-Lazio in Serie A

Serie A, pagelle Roma-Lazio

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez 4,5; Santon 6,5 (83' Kolarov s.v.), Mancini 6, Smalling 7, Spinazzola 6,5; Cristante 6,5, Veretout 6 (89' Pastore s.v.); Ünder 7, Pellegrini 6,5, Kluivert 5,5 (81' Perotti s.v.); Dzeko 6,5. A disp.: Mirante, Fuzato, Juan Jesus, Fazio, Cetin, Florenzi, Bruno Peres, Kalinic. All.: Paulo Fonseca 6,5.

LAZIO (3-5-2): Strakosha 5; Luiz Felipe 6,5 (46' Patric 6), Acerbi 7, Radu 6; Lazzari 5,5, Milinkovic 6, Leiva 6, Luis Alberto 6 (71' Parolo 6), Lulic 5; Correa 6 (76' Caicedo 6), Immobile 5. A disp.: Proto, Guerrieri, Bastos, Vavro, Silva, D. Anderson, Minala, Berisha, Jony, Adekanye. All.: Simone Inzaghi 6.

I migliori

Smalling 7

Un gigante della difesa, che duella a testa alta sulle palle aeree con Milinkovic e regge l'urto sulla velocità di Immobile, annullandolo. Una prestazione di alto livello per il difensore inglese, anche attore non protagonista in occasione della papera di Pau Lopez, che prova a sventare invano.

Acerbi 7

Pronti via riesce subito a sventare in scivolata un tiro potente di Under che avrebbe quantomeno impegnato Strakosha, poi si ripete con degli interventi che impediscono alla Roma di concretizzare la grande mole di gioco creata, soprattutto nel primo tempo. Segna un gol d'astuzia e non disdegna delle sortite in avanti con personalità da trascinatore.

Under 7

Imprendibile sulla corsia di sinistra, un grandissimo problema per Lulic (soprattutto) e Radu, che faticano a contenerne la velocità. Si sacrifica in copertura, prova il tiro e crea occasioni per i compagni: sicuramente l'arma in più dei giallorossi in attacco, annichilendo i tentativi di arginarlo dei suoi avversari.

I peggiori

Strakosha 5

L'errore in occasione del gol di Dzeko è un'ingenuità enorme che permette alla Roma di sbloccare il derby. Subito dopo, ancora in preda alla confusione, rischia di prendere pure il secondo, ma viene salvato dagli interventi disperati di Luiz Felipe prima e Radu poi. Nella ripresa rischia di regalare un'altra rete ai giallorossi, si salva perché Dzeko lo colpisce in pieno volto con una pallonata. All'80' si supera con una gran parata sul bosniaco.

Pau Lopez 4,5

Era stato elogiato per le sue prodezze delle partite precedenti, adesso però il portiere della Roma ha mostrato anche la sua "versione horror", con una papera clamorosa che consente alla Lazio di segnare con Acerbi e rimettersi in corsa. È il suo primo errore in Serie A, ma è di quelli pesanti.

Lulic 5

L'autore del gol del 26 maggio 2013, nel derby in finale di Coppa Italia, in questa stracittadina soffre parecchio le iniziative di Under, perdendo praticamente tutti i duelli con il turco, aiutandolo a essere l'uomo in più dei giallorossi. Molto meglio quando c'è da attaccare, ma rispetto al solito spinge con meno frequenza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.