Lutto nel mondo del basket: è morto Kobe Bryant

La leggenda del basket americano sarebbe rimasto ucciso insieme ad altre 4 persone in un incidente di elicottero.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Terribile tragedia per il mondo dello sport e della pallacanestro: Kobe Bryant è rimasto ucciso a solamente 41 anni, vittima di un incidente in elicottero avvenuto a Calabasas, nei pressi di Los Angeles.

La notizia rivela come la leggenda dell'NBA si trovasse sul mezzo insieme ad altre 9 persone e che nessuno dei passeggeri del volo sia sopravvissuto allo schianto.

Un terribile aggiornamento arriva circa un'ora dopo la rivelazione: sull'elicottero che ha preso fuoco e si è poi schiantato al suolo, insieme a Kobe Bryant c'era anche la figlia Gianna Maria di solamente 14 anni.

Morte Kobe Bryant: sull'elicottero c'erano nove persone

Daryl Osby, capo dei Vigili del Fuoco della Contea di Los Angeles, ed Eliot Simpson, rappresentante dell’agenzia investigativa del Governo USA NTSB, hanno rilasciato le seguenti sull’accaduto:

Alle 9.47 (18.47 italiane, ndr) di questa mattina il 911 ha ricevuto una telefonata: segnalavano un elicottero in fiamme. A bordo dell’elicottero c’erano nove persone: il pilota e altre otto. Purtroppo, non ci sono indizi tali da poter presupporre che qualcuno sia sopravvissuto all'incidente. Al momento, però, è del tutto inappropriato identificare i soggetti con il loro nome, lo faremo in una fase successiva. Per quanto riguarda le cause dell’incidente, è di competenza della NTSB (un’agenzia investigativa indipendente del Governo USA, che indaga sugli incidenti relativi ad aerei, navi, treni e gasdotti, ndr) spiegare certe sfumature. Siamo in attesa delle loro comunicazioni. Pompieri e paramedici hanno collaborato sul luogo dell'incidente, abbiamo optato per l’intervento dei secondi per provare a individuare eventuali sopravvissuti: non ne abbiamo trovati. Abbiamo impiegato un’ora per spegnere l’incendio, la presenza di magnesio ha di gran lunga peggiorato la situazione determinando un aumento delle fiamme. Prima di procedere con qualsiasi annuncio relativo alle persone che erano a bordo, attendiamo la fine delle indagini

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.