Dakar 2020, c'è un'altra vittima: non ce l'ha fatta Edwin Straver

Il motociclista olandese, caduto il 16 gennaio nel corso dell'11ª tappa, è deceduto a seguito delle ferite riportate: è la seconda vittima della Dakar 2020 dopo il portoghese Paulo Goncalves.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il mondo dei motori è in lutto per la scomparsa di Edwin Straver, motociclista olandese di 48 anni che lo scorso 16 gennaio era caduto durante la penultima tappa della Dakar 2020 da Shubaytah a Haradh. Straver ha lottato per giorni ma oggi si è arreso in ospedale a causa delle ferite riportate. A dare la notizia del decesso è stata l'organizzazione della Dakar su Twitter:

Siamo stati informati dalla famiglia Straver che Edwin è morto a causa delle ferite riportate durante la caduta: tutta l’organizzazione della Dakar porge le sue condoglianze alla famiglia e agli amici di Edwin

Questa per Edwin Straver era la terza partecipazione alla Dakar. Nella caduta, avvenuta a bassa velocità (circa 50 km/h), l'olandese si è procurato la frattura di una vertebra cervicale. Immediatamente è stato soccorso da un elicottero che lo ha trasportato all'ospedale di Riyadh. Successivamente il 48enne è stato portato in Olanda, dove oggi ha smesso di lottare. Si tratta della seconda vittima nella Dakar 2020 dopo il portoghese Paulo Goncalves, caduto nel corso della settima tappa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.