MotoGP 2020: anche Dazn mette le mani sui diritti TV sino al 2021

La MotoGP sbarca anche su Dazn da questa stagione. Svolta epocale per il Motomondiale in Italia che arriva così anche sulla piattaforma streaming di Perform.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La MotoGP è sempre pronta a cambiare pelle e in questi anni siamo stati abituati a diversi scossoni, in particolare dal punto di vista televisivo. Dopo gli anni d'oro di Valentino Rossi in cui il Motomondiale è stato trasmesso da Mediaset e accompagnato dalla voce di Guido Meda, i prototipi a due ruote sono passati dal 2014 su Sky. Il network britannico in questi anni ha saputo confezionare un buon prodotto dando vita a diverse trasmissioni e iniziative collaterali alle gare.

In particolare Sky ha attinto a piene mani al bacino giornalistico di Mediaset per creare, insieme ai propri dipendenti, una squadra vincente che ha saputo raccontare in questi anni ottimamente le gesta di Marquez e Jorge Lorenzo (gli unici due piloti capaci di vincere il Mondiale da quando la MotoGP è passata sulla piattaforma satellitare).

Proprio questa egemonia spagnola però ha portato un inevitabile calo di ascolti in Italia per la MotoGP. Con Valentino Rossi sempre più vicino al ritiro e con il solo Dovizioso a difendere il tricolore, il nostro paese, infatti, si è ritrovato d'improvviso orfano di un punto di riferimento sul quale concentrare il proprio tifo.

MotoGP, i diritti sino al 2021 vanno anche a Dazn
MotoGP, partenza GP Mugello

Passaggio di consegne tra Sky e Dazn?

Proprio per questo nei giorni scorsi si è tanto parlato della possibilità che Sky non rinnovi il proprio contratto con la Dorna per i diritti TV che scade alla fine del 2021. Intanto però un nuovo terremoto è già pronto ad abbattersi sul Motomondiale. Poche ore fa, infatti, Dazn ha annunciato di aver messo le mani sulla MotoGP per i prossimi due anni.

La piattaforma streaming controllata da Perform già in Spagna, nel 2019, aveva messo le mani sui diritti della MotoGP e ora sbarca prepotentemente anche in Italia. Per ora non c'è dato sapere se siamo davanti già ad un primo passaggio di consegne proprio tra Sky e Dazn, che si potrebbe consumare alla fine del 2021 dopo una convivenza di due stagioni.

Nonostante questa novità il prezzo dell'abbonamento mensile resta confermato a 9,99. Dazn aggiunge così MotoGP, Moto2 e Moto3 alla propria offerta motoristica fatta già di: WRC, IndyCar, Nascar e DTM. Per ora non si conoscono ancora i dettagli di come la piattaforma streaming ha intenzione di presentare ai propri utenti il Motomondiale, ma siamo certi che nei prossimi giorni ne sapremo di più.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.