Juve, Sarri: "Vogliamo portare CR7 al sesto Pallone d'Oro"

Le parole dell'allenatore dei bianconeri dopo la vittoria sulla Roma nei quarti di finale di Coppa Italia.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La sua Juventus ha staccato il biglietto per le semifinali di Coppa Italia, Maurizio Sarri però non si lascia andare a troppi entusiasmi dopo il 3-1 rifilato alla Roma:

Abbiamo fatto un buon primo tempo, abbiamo sbagliato qualcosa all'inizio del secondo poi abbiamo fatto abbastanza bene esclusi i 5 minuti finali. Buona prova contro una squadra con buon palleggio che ti può mettere in difficoltà.

Riguardo la prestazione di Gianluigi Buffon, Sarri non ha mai avuto dubbi sul suo portiere, così come del resto sui suoi attaccanti. Su Cristiano Ronaldo in particolare, l'allenatore della Juventus svela quali siano i progetti per il prossimo futuro:

Non bisogna farsi condizionare dall'età. Sta ancora bene è un portiere di altissimo livello. Gli attaccanti? Hanno fatto bene, Douglas non è ancora al cento per cento della condizione, non ha i 90 minuti. Cristiano Ronaldo è in condizioni fisiche straordinarie, sta segnando a ritmi impressionanti. A livello individuale è difficile che si possa migliorare, è un giocatore straordinario, un fuoriclasse, uno dei migliori di tutti i tempi. Per noi sarebbe importante portarlo al sesto pallone di lavoro. Si può migliorare a livello di reparto ma non a livello individuale.

Juventus, Sarri dopo l'accesso alle semifinali di Coppa Italia

Sempre in riferimento al portoghese, Sarri usa l'arma dell'ironia:

I complimenti li devi fare alla mamma di Ronaldo perché lì ci sono doti individuali straordinarie.

Belle parole anche per il suo "figlioccio" Higuain:

Mi dispiace un po' che non abbia segnato, ha preso un palo, ha colpito il portiere da 5 metri. Una prestazione in cui il gol lo meritava

Poi sull'emergenza difesa:

In questo momento siano rimasti con Cuadrado che veniva da un problema influenzale e con Alex Sandro che veniva da un problema al muscolo trasverso. Durante la stagione abbiamo fatto una partita con Matuidi terzino e in caso di difficoltà abbiamo anche lui in quel ruolo.

Ora il Napoli in campionato al San Paolo, una sfida che per Maurizio Sarri non può essere come tante altre:

E una squadra forte, conosco i giocatori e so che hanno delle grandi qualità. Le squadre forti nelle partite singole sono sempre pericolose. Napoli non è stata un'esperienza normale, è stata forte, sentitissima e dal punto di vista umano è un qualcosa di particolare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.