Da holding a fondo speculativo: il City Football Group cambia progetto

La compagnia che fa capo allo sceicco Mansour si butta sul mercato dei calciatori. Bloccato il talento argentino Guzman: andrà a giocare nel Torque.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Il nome di Natanael Guzman non è ancora sulla bocca di tutti, e forse nemmeno un domani lo sarà, ma oggi questo ragazzo è uno dei calciatori più chiacchierati d'Argentina. Le sue prestazioni in campo, infatti, non sono passate inosservate: grazie alle sue giocate il Cañuelas, piccola realtà di provincia, poco più di un mese fa ha vinto il Torneo Apertura della Primera C locale, l'equivalente di una sesta divisione nazionale. Nonostante si parli di semiprofessionismo, Guzman parrebbe un predestinato e, proprio per questo motivo, già a novembre si parlava di un possibile salto in alto verso l'Independiente Medellin, uno dei colossi del calcio colombiano.

A distanza di qualche settimana, il cartellino del centrocampista offensivo classe 1999 è stato invece rilevato ufficialmente dal City Football Group, holding company fondata negli Emirati Arabi ma con la sede principale in quel di Manchester, dove gestisce in prima persona il City. Fondato nel 2014, fino a oggi City Football Group si era occupato esclusivamente di supervisionare la creazione e lo sviluppo di una rete di club collegati tra di loro, parallelamente ad altri progetti nel mondo del calcio, con il Manchester City come stella polare. Ora, invece, pare che si sia deciso di fare un ulteriore passo avanti, diventando una sorta di fondo di investimento volto a curare la gestione dei singoli calciatori.

Con il Tambero andrà proprio così: il ragazzo è già stato dirottato al Club Atletico Torque, matricola uruguayana acquistata nel 2017 e tornata in Primera Division al termine di una cavalcata trionfale in cadetteria. Lì avrà la possibilità di misurarsi con il professionismo, ma in una dimensione perfetta per un giovane come lui, viste le pressioni pressoché nulle di una piazza senza storia né tifosi, ma nello stesso tempo club d'avanguardia a livello di strutture e metodi di preparazione. Il lavoro del City Football Group a Montevideo, d'altronde, ha dato i propri frutti in breve tempo, se consideriamo che il Torque - prima dell'approdo in Uruguay degli arabi - aveva la sede ufficiale all'interno di un'officina meccanica.

Il City Football Group entra nel mercato dei calciatori: il primo colpo è Guzman

A 20 anni Guzman parrebbe quindi pronto per il definitivo salto in alto, con la prospettiva di entrare a far parte di una rete lavorativa che potrebbe aprirgli scenari insperati nel futuro. Una sorta di consorzio dove, anziché pagare per giocare, avrà la possibilità di conquistarsi una chiamata dal calcio che conta. Il City Football Group attualmente gestisce un totale di ben 7 società differenti: oltre al Manchester City, del gruppo fanno parte anche Girona, New York City FC, Melbourne City FC, Yokohama Marinos, la new entry cinese Sichuan Jiuniu e, appunto, il piccolo Torque.

Che, come premio per la promozione in Primera Division, si è recato a Manchester per una vacanza pagata dalla società, all'interno della quale calciatori e staff tecnico hanno potuto scoprire un nuovo metodo di lavoro e tastare con mano il calcio professionistico di alto livello. Guzman, in tutto ciò, dovrà essere bravo a ritagliarsi uno spazio, facendo da apripista a un nuovo progetto imprenditoriale della holding emiratina, convinta a fare la guerra ai più grandi fondi di investimento mondiali cominciando la caccia ai tutti i prospetti più futuribili in circolazione. Funzionerà? Solo il tempo potrà dare una sentenza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.