Il Real Madrid presenta Reinier: "Dio ha voluto che arrivassi qui"

Il talento brasiliano si racconta ai nuovi tifosi: "Qui per fare la storia del club: Kaka e Zidane i miei modelli. Sono ansioso di giocare con Benzema".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

In Spagna li chiamano "Baby Galacticos", perché il Real Madrid su di loro ha investito oltre 100 milioni di euro. Dopo aver acquistato Vinicius Junior nell'estate di due anni fa, il 2019 è stato il momento di Rodrygo, arrivato dal Santos dopo solo una manciata di presenze in prima squadra. Il 2020 è invece l'anno di Reinier Jesus, gioiello del Flamengo che a breve compirà 18 anni, ufficializzato dai Merengues a gennaio e presentato oggi al Santiago Bernabeu.

L'ex attaccante rubronegro, classe 2002, porta così avanti il processo di ringiovanimento studiato da Florentino Perez, che prevede l'investimento di ingenti somme di denaro per portare nella capitale spagnola tutti i migliori prospetti sudamericani del momento. Missione compiuta, con somma soddisfazione del ragazzo, le cui prime parole da neo madridista - rilasciate a Globo Esporte - sono state prontamente catturate dalla stampa iberica:

Anche se in questo momento devo pensare ad altro, sono contento che tutto si sia risolto per il meglio. Sono felice e non vedo l'ora di cominciare: è stato Dio a riservarmi tutto questo e io non posso fare altro che ringraziarlo

Reinier, reduce dal secondo posto nel Torneo Preolimpico col Brasile Under23, si trasferisce in Spagna a titolo definitivo, firmando fino al 2026. Il suo cartellino è costato circa 30 milioni di euro, pari all'importo della clausola rescissoria che lo vincolava al Flamengo. Inizialmente si aggregherà al Castilla, ma non è escluso che Zidane lo faccia esordire in prima squadra in tempi brevi.  

Il Real Madrid presenta Reinier
Reinier festeggia un gol con il compagno Bruno Henrique: il talento classe 2002 è un nuovo acquisto del Real Madrid, che lo ha pagato 30 milioni di euro facendogli firmare un contratto fino al 2026

Reinier si presenta al Real Madrid: "Kaka e Zidane i miei idoli, Benzema un modello"

Tempo fa Jorge Jesus, tecnico dei Rubronegros, aveva polemizzato con la proprietà accusandola di aver svenduto il giocatore. Certo, nessuno poteva immaginare un'esplosione così rapida, soprattutto se consideriamo che Reinier si è affacciato definitivamente in prima squadra proprio grazie alla fiducia concessagli dal santone lusitano. La sua traiettoria, cominciata nelle giovanili del Vasco Da Gama, lo ha portato a giocare nei vivai di tutte le grandi squadre di Rio de Janeiro. Dopo aver maturato un paio di esperienze in chiaroscuro tra Botafogo e Fluminense, il golden boy del calcio carioca ha optato per il Flamengo.

La scorsa estate, nel match contro il Bahia, è arrivato il suo esordio con i "grandi" e, da lì, la sua è stata un'escalation costante verso il successo. Con il Flamengo impegnato in Libertadores, Reinier ha trovato molto spazio nel Brasileirao, ha esordito in coppa nella partita contro l'Emelec e si è guadagnato un posto nella Canarinha under 20, dopo essersi precluso l'occasione di giocare il Mondiale under 17 perché Jorge Jesus aveva chiesto al club di non liberarlo. L'hype che si porta dietro da oltre sei mesi aveva attirato diverse big europee: l'Arsenal, per esempio, è stata molto vicina al suo acquisto, ma quando l'interesse del Real Madrid si è fatto concreto, tutti i dubbi si sono dissolti.

Pur non essendo ancora sceso in campo, Reinier ha già battuto un record, diventando l'acquisto invernale più costoso della storia del Real Madrid, issandosi al primo posto di questa speciale classifica davanti a Klaas Jan Huntelaar, Fernando Gago, Lassana Diarra e Brahim Diaz, che lo scorso anno lasciò il Manchester City per rientrare all'ovile, senza poi trovare molto spazio. Ma non solo, perché il brasiliano è anche uno degli acquisti di gennaio più cari della storia del calcio, il settimo per la precisione, dietro a gente del calibro di Coutinho, Virgil van Dijk, Fernando Torres ed Edin Dzeko.

Parlando della sua nuova avventura, Reinier ha chiarito una volta per tutte aspettative e obiettivi, rivelando anche quale giocatore non vede l'ora di incontrare:

I miei idoli calcistici sono sempre stati Kaka e Zidane, ma quello con cui avrei sempre voluto giocare è Benzema. Ho saputo del Real Madrid durante il Mondiale per Club, quando mio padre e il mio agente me lo hanno comunicato. Sono qui per vincere tanto ed entrare nella storia del club

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.