Amrabat - Napoli, brusca frenata: l'agente aspetta Inter e Fiorentina

I procuratori del marocchino stoppano l'accordo con Giuntoli, che aveva già avuto la disponibilità del Verona. Si gioca al rialzo: sullo sfondo viola e nerazzurri.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Amir Rrahmani c'è, Sofyan Amrabat - almeno per ora - no. Non è mai fatta fino a quando le firme sono sono ufficialmente poste sopra a un contratto, scritte in nero su bianco indelebile, come a suggellare un accordo non più modificabile. Lo sa bene il Napoli, che in questi giorni aveva fatto la bocca alla chiusura di un doppio affare in vista di quella che sarà la campagna trasferimenti della prossima estate. Il mercato del futuro si è acceso con l'ufficialità del centrale dell'Hellas e si sarebbe potuto incendiare definitivamente qualora fosse arrivato l'accordo anche per il centrocampista marocchino.

E invece no, nonostante il Verona fosse ben felice di pianificare il futuro promettendo di liberare tutti i propri gioielli a fine stagione. A testimonianza di ciò, il club veneto aveva dato via libera a Giuntoli per trattare con Amrabat, trovando l'intesa sulla base di 16 milioni di euro per l'acquisto del cartellino, suddivisi in una quota fissa da 15 più il classico bonus da corrispondere al completamento di determinati traguardi. Sembrava tutto fatto, ma nelle ultime 24 ore la situazione si è completamente capovolta. A tal punto, pare, da far saltare la trattativa. Per capire cosa può essere successo occorre quindi fare un deciso passo indietro.

Fino a lunedì mattina, l'accordo Napoli - Amrabat era totale, nonostante mancassero ancora alcuni dettagli da limare definitivamente. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, probabilmente sul centrocampista ex Bruges devono essere state fatte alcune pressioni volte a frenare un matrimonio ormai prossimo alla celebrazione. La cosa, peraltro, ha indispettito lo stesso Verona, che in serata ha convocato una riunione d'urgenza con gli agenti del classe 1996 per capire meglio la situazione che era venuta a crearsi. Si parla di nervi tesi, di un Setti arrabbiato per la brusca frenata a una trattativa che avrebbe portato nelle casse della società un discreto gruzzoletto, e fermata improvvisamente dall'entourage del calciatore.

Calciomercato Napoli frenata per Amrabat
Sofyan Amrabat, centrocampista del Verona che fa girare la testa alle big: il Napoli aveva l'accordo coi veneti per 16 milioni di euro, ma Inter e Fiorentina si sono inserite frenando così l'affare tra Setti e Giuntoli

Calciomercato, Amrabat si allontana dal Napoli? Si inseriscono Inter e Fiorentina

Che ci sia dietro qualcosa, o per meglio dire qualcuno, è evidente. D'altronde la stagione di Amrabat sta procedendo spedita su livelli clamorosi. Per esempio, il 23enne marocchino è uno degli uomini più utilizzati da Ivan Juric, che lo ha trasformato nel faro del centrocampo del suo Hellas. La sua capacità di abbinare qualità e quantità lo rende un profilo appetibile per molte squadre e, forse proprio per questo, attorno al ragazzo si starebbero aprendo altri scenari di mercato. Inter e Fiorentina sarebbero molto interessate ad Amrabat: nonostante non ci siano ancora stati contatti ufficiali, è possibile che gli agenti abbiano ricevuto offerte anche da viola e nerazzurri.

Offerte non necessariamente migliori, ma comunque da valutare con attenzione. E, in tutto questo, il Napoli si sarebbe irritato non poco per gli sviluppi che ha preso un affare considerato quasi chiuso. I rapporti col Verona sono molto buoni e, siccome Amrabat viene visto come l'elemento ideale per dare via al processo di restyling estivo che ha in mente Giuntoli, le parti si terranno costantemente in contatto per valutare l'evoluzione delle cose. Sia chiaro: per ora il Napoli è ancora leggermente in vantaggio, ma ci sono pretendenti credibili e interessate. Impossibile non ascoltarle, quindi, consapevoli però che lo stesso Amrabat - almeno per il momento - non si sia ancora chiaramente espresso sulle proprie volontà.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.