Real Madrid, chi è Juni Calafat: il re dei talenti brasiliani

Reinier l'ultimo colpo di una lunga serie di calciatori comprendente Vinicius, Rodrygo e Militao. Ecco come lavora l'arma segreta di Florentino Perez.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Nelle ultime ore è arrivato l'annuncio: Reinier è ufficialmente un nuovo giocatore del Real Madrid, che ha pagato 30 milioni al Flamengo per avere già da questa stagione il giovanissimo trequartista di cui tutto il Sud America parla. Si tratta del quarto calciatore brasiliano acquistato dai Blancos negli ultimi due anni, e non è un caso, vista la presenza di Juni Calafat nell'organigramma societario.

Vinicius, Militao, Rodrigo, ora Reinier. Il deus ex machina dietro queste operazioni è proprio Juni Calafat, l'arma segreta del presidente Florentino Perez. Il suo nome è sconosciuto ai più, non ha pagine Wikipedia o profili Transfermarkt a lui dedicati, eppure lavora al Real Madrid dal 2014. Ha iniziato portando Lucas Silva, che è stato il suo primo grande acquisto come responsabile degli osservatori in Brasile. Il suo ottimo lavoro non è passato inosservato, essendo stato successivamente nominato braccio destro del direttore sportivo José Angel Sanchez.

Dal 2017 è il capo scouting del Real Madrid. In Spagna lo ripetono da un po': “Florentino decide, Sanchez comanda, Calafat esegue”. Su tutti gli ultimi colpi c'è anche la sua firma, avendo seguito personalmente, assieme al ds, le trattative della scorsa estate. Dal giapponese Kubo a Eden Hazard.

Real Madrid, ecco il nuovo acquisto Reinier
Reinier, ultimo colpo in ordine cronologico firmato da Juni Cafalat

Real Madrid, alla scoperta di Juni Calafat

Si dice che Juni Calafat (nome completo: José Antonio Calafat de Souza) veda più di cento video a settimana e che il suo database sia praticamente infinito. Il suo lavoro sta nel contattare personalmente gli agenti dei calciatori su cui decide di puntare e di illustrare loro i progetti. Non parla solo di stipendi e posizioni in campo, ma anche di alloggi e scuole, senza lasciare niente al caso. Un vero e proprio tuttofare.

Avendo origini brasiliane ha sempre avuto un ottimo rapporto col suo paese. Fu lui a segnalare il terzino diciottenne Abner alla dirigenza del Real, che riuscì a strapparlo alla Roma acquistandolo dal Coritiba. Negli anni si è fatto conoscere praticamente da tutti i club del Sud America: dopo aver preso Lucas Silva ha acquistato Federico Valverde dal Peñarol battendo la concorrenza del Barcellona. Come? Parlando con la società, con i procuratori e anche con la famiglia del giocatore. Alla madre di Valverde descrisse tutto quello che sarebbe successo in caso di firma: dai progetti che il Real aveva per il figlio allo stile di vita che avrebbe dovuto seguire insieme alla sua famiglia. Fu proprio lei a comunicare al presidente del Peñarol che avrebbe accettato l'offerta di Calafat.

Non solo scout ma anche negoziatore. Il suo compito è spendere 40 milioni per un giocatore che presto ne varrà 200. Nell'elenco dei suoi colpi principali compaiono pure Odegaard, Ceballos, Asensio, Odriozola, Lunin, Brahim Diaz, Jovic e Hazard. La specialità, però, rimane il Brasile: Vinicius, Militao, Rodrigo e Reinier, ma anche Willian José (oggi alla Real Sociedad), Augusto Galvan (in prestito al Leonesa) e Rodrigo Rodrigues (al Castilla).

Tra i tanti colpi, due rimpianti: Gabriel Jesus e Neymar. Il primo gli è stato strappato dal Manchester City, il secondo Calafat ha provato invano a prenderlo dopo l'addio di Cristiano Ronaldo, virando poi sul suo erede (Vinicius) una volta sfumato. E se un giorno Vinicius varrà 200 milioni, una parte del merito sarà del re dei talenti brasiliani.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.