UFC 246, il ritorno di McGregor: "Ho fatto la storia!"

Alla T-Mobile Arena di Las Vegas il fighter irlandese torna a vincere nell'ottagono UFC battendo Donald Cerrone al primo round per TKO. "Sono così orgoglioso", ha detto Notorius.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Riecco il re, Conor McGregor. Alla T-Mobile Arena di Las Vegas, nel main event di UFC 246, il fighter irlandese (22-4) batte Donald Cerrone (36-14, 1 NC) per TKO dopo appena 40'' del primo round. Notorius ritrova così quel successo che nell'ottagono UFC gli mancava dal 12 novembre 2016, quando mise in bacheca il titolo dei pesi leggeri mandando KO Eddie Alvarez. 

Nel mezzo c'è stata la netta sconfitta per sottomissione contro Khabib Nurmagomedov a UFC 229 datata 6 ottobre 2018 (perse il titolo dei pesi leggeri). A distanza di quasi 500 giorni dall'incontro col daghestano, Notorius torna in grande stile e fa capire al mondo intero di essere più affamato che mai, trionfando contro Cerrone e intascando una cifra monstre (circa 80 milioni di dollari). 

UFC 246, il ritorno di McGregor: "Ho fatto la storia!"

Al termine del match, intervistato da Joe Rogan, McGregor ha dichiarato: 

Ho fatto ancora una volta la storia di questo sport. Sono il primo fighter a vincere per KO nelle divisioni dei pesi piuma, leggeri e ora welter. Ho inciso e scolpito ancora una volta il mio nome nella storia. Questo successo è per il popolo irlandese e per mia mamma che è a casa! Donald detiene il record per il maggior numero di knockout tramite head kick, quindi batterlo così mi rende orgoglioso e felice. Non si aspettava che lo colpissi subito, sono molto orgoglioso di questo risultato. UFC può togliere una cintura a un fighter e darla a un altro (riferimento a quando UFC gli tolse il titolo dei pesi piuma per riconsegnarlo a Jose Aldo, ndr), ma non può consegnare vittorie per KO in più divisioni di peso. Mi piace stare nei welter, sono uscito illeso dall'incontro e mi sento davvero bene. Ho intenzione di festeggiare e parlare con la mia famiglia prima di tornare in palestra con il mio team. Grazie Cowboy, ti stimo. Sei una leggenda di questo sport

Così invece Cerrone che non è mai entrato davvero nel match e che ha deluso le aspettative:

Non ho mai visto niente del genere. Mi ha ferito al naso, ho iniziato a sanguinare e ho dovuto fare un passo indietro. In quel momento mi ha colpito con un head kick. Io adoro questo sport e continuerò a combattere

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.