Gattuso: "Prestazione imbarazzante, sono il primo responsabile"

Il tecnico dei partenopei non è per niente soddisfatto del primo risultato del girone di ritorno.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Il girone di ritorno inizia male per il Napoli, che cade 2-0 in casa contro la Fiorentina. Non è soddisfatto Gennaro Gattuso, che commenta così la gara ai microfoni di DAZN: 

Non c'è stato nessun passo indietro. Nel primo tempo abbiamo fatto qualcosina. Oggi bisogna chiedere scusa ai tifosi e alla città perchè è stata una prestazione imbarazzante. Per un allenatore è difficile spiegare l'involuzione. È vero che nelle ultime gare abbiamo perso ma la prestazione è stata migliore. Dobbiamo rivedere tante cose, siamo stati inguardabili. 

Gattuso continua:

Non dobbiamo pensare al San Paolo. Siamo dai privilegiati, giochiamo al calcio. Non dobbiamo cercare alibi, ma assumerci responsabilità. Il primo responsabile sono io, devo capire cosa non funziona. Sembrava che ci siamo incontrati questa mattina e ci siamo messi la maglia. Abbiamo toccato il fondo e dobbiamo capire a cosa stiamo andando incontro.

Sulla delusione e i 9 gol subiti in cinque gare: 

Vedo una squadra viva in settimana. Riusciamo a fare anche cose buone. Poi arriviamo in partita e non proviamo a fare nulla. Ci facciamo puntare uno contro cinque. Penso che a livello organizzativo e di manovra oggi non ha funzionato nulla, ed è giusto che ci mettiamo la faccia. In questo momento mi viene difficile anche spiegare la partita. Ero convinto che la squadra potesse fare una grandissima partita e sono deluso. Non parlo male dei miei giocatori ma bisogna rivedere qualcosa. Siamo una squadra senz'anima. Pensavo ne fossimo usciti ma siamo ancora malati.

Su Luperto a sinistra: 

Per non cambiare tre ruoli, Di Lorenzo ha giocato tre partite e Luperto quando apriva a sinistra col piede potevamo sviluppare in palleggio. Alla fine non ci è andata bene e siamo qua a spiegare questa soluzione.

Sulle prossime mosse: 

Se vai a vedere, tante volte Insigne e Callejon giocano vicino a Milik per la combinazione. Abbiamo provato anche così ma oggi è successo poco. Bisogna sviluppare in maniera diversa e non fare sempre le stesse giocate. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.