Inter, il giorno dei "Fantastici 4": Young c'è, Eriksen e Giroud quasi

L'inglese sosterrà oggi le visite mediche, i nerazzurri stringono per Eriksen e Giroud. E si sblocca la trattativa per Spinazzola: riscatto legato alle presenze.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

A 13 giorni dalla fine del mercato di gennaio, l'Inter potrebbe aver dato l'accellerata decisiva. I nerazzurri sono a un passo dall'ufficializzare quattro colpi di grandissimo spessore: nelle ultime 24 ore la dirigenza nerazzurra ha innestato la quinta, andando a chiudere diverse operazioni che, in questo momento, sarebbero davvero a un passo dall'essere chiuse. Il giocatore ormai prossimo a vestire i colori interisti è Ashley Young, una trattativa quasi tramontata e ripresa per i capelli da Marotta, che ha convinto il Manchester United a liberarsi del proprio laterale a sei mesi dalla scadenza del contratto.

Young è un elemento esperto e molto duttile, fisicamente integro nonostante l'età e, soprattutto, un deciso upgrade in una zona del campo in cui Asamoah non dà più garanzie e Biraghi si è rivelato troppo spesso incostante. L'inglese sarà a Milano nella giornata di oggi, svolgerà le visite mediche e poi verrà annunciato dalla società, diventando il primo rinforzo di un rush finale durante il quale l'Inter ha intenzione di non lasciare nulla al caso. L'intesa con il Manchester United prevede un indennizzo pari a 1,5 milioni di euro, cifra stabilita già durante i primi colloqui, che verrà immediatamente pagata in modo da solidificare ulteriormente gli ottimi rapporti tra i club.

Al giocatore andrà invece un contratto di 6 mesi con opzione di rinnovo (legato al rendimento) da 3,5 milioni per la stagione successiva. Il che, a 34 anni compiuti, non è assolutamente male: se si dovesse rivelare un acquisto valido, Conte si ritroverebbe in rosa un calciatore di esperienza internazionale - caratteristica che quest'anno è troppo spesso mancata - ma soprattutto un professionista esemplare, per anni perno della nazionale inglese e dei Red Devils, dei quali era riuscito anche a diventare il capitano.

Calciomercato Inter Young Eriksen Giroud Spinazzola
Christian Eriksen, centrocampista del Tottenham: il danese è a un passo dall'Inter, che lo pagherà 17 milioni di euro vincolandolo con un contratto da 7,5 milioni di euro netti a stagione

Inter - Eriksen, si tratta a oltranza: sarà la ciliegina del mercato invernale

Passiamo alla trattativa che dovrebbe portare in nerazzurro Christian Eriksen. Il danese del Tottenham piace tanto e, vista l'impossibilità di arrivare ad Arturo Vidal, per Conte rappresenterebbe la classica ciliegina sulla torta in un mercato che, qualora dovesse concretizzarsi per intero, a livello di valori assoluti avvicinerebbe l'Inter alla dominatrice Juventus. Nella giornata di ieri, dalla sede dell'Inter è partita una mail nella quale la società ufficializzava l'offerta economica rivolta agli Spurs, già comunicata a voce durante il blitz londinese di Ausilio. I nerazzurri hanno alzato l'offerta da 15 a 17 milioni di euro, meno dei 20 richiesti, e il Tottenham ha apprezzato la volontà di venirsi incontro manifestata da Suning.

Nonostante da Londra non siano arrivate risposte formali, Martin Schoots, manager del danese, aveva già raggiunto l'accordo con l'Inter durante la scorsa settimana: Eriksen firmerà un contratto fino al 2024, con ingaggio da 7,5 milioni a stagione più i bonus. Pare che il calciatore sia anche intenzionato ad avvalersi dei vantaggi del Decreto Crescita, che permette di ottenere uno sconto del 50% sulle tasse per chi trasferisce la propria residenza fiscale in Italia arrivando dall’estero. Tutto fatto, quindi, e mancano solo pochi dettagli per chiudere la faccenda. Tutto slitterà alla prossima settimana, magari giusto per presentare il giocatore in occasione di Inter - Cagliari del 26 gennaio.

L'affare Giroud e lo scambio con la Roma: si sblocca l'arrivo di Spinazzola

Capitolo Olivier Giroud. Oggi sarà la giornata ponte per stabilire il futuro del francese: il centravanti, tramite i propri rappresentanti, è stato nuovamente contattato da Marotta, che ha proposto un nuovo modellamento del contratto. La durata rimarrà invariata (2022), ma solo a patto che totalizzino una serie significativa di presenze nei primi 18 mesi. Il Chelsea intanto attende buone nuova dal fronte risarcimento: i Blues vorrebbero rimanere sulla richiesta originale, ovvero 8-10 milioni di euro, mentre l'Inter - per un over 30 in scadenza - non si sposterà dall'offerta di 5 milioni.

Differenti problematiche hanno invece bloccato lo scambio legato a Matteo Politano e Leonardo Spinazzola con la Roma. I due giocatori avrebbero dovuto incrociare le proprie strade e cambiare rispettivamente club, ma lo staff medico dell'Inter ha chiesto ai giallorossi più tempo per verificare le condizioni fisiche del laterale ex Juventus. La Roma si è infuriata e la trattativa sembrava saltata, ma i due giocatori si erano già trasferiti e, in qualche modo, si dovrà per forza arrivare a un accordo. Così Marotta ha fatto sapere a Petrachi di potergli venire incontro, inserendo un limite minimo di presenze al fronte delle quali avverrà il riscatto.

Petrachi fa sapere che la trattativa non è chiusa, ma per lo meno si è riaperto uno spiraglio. La mediazione porterebbe così a uno scambio di prestiti, con obbligo di riscatto che scatta a 15 presenze (con un minutaggio minimo di base), come vorrebbe l’Inter, o al 50 per cento di presenze complessive (variabili in base al percorso nelle coppe), come vorrebbero i giallorossi. Un grosso passo avanti, forse decisivo, nonostante in casa nerazzurra siano misteriosamente spariti gli accertamenti medici supplementari per Spinazzola. Entrambi i giocatori hanno passato il giovedì in hotel, in attesa di capire il loro futuro, ma dopo gli ultimi sviluppi le rispettive camere sono destinate a svuotarsi a breve.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.