Real Madrid, Florentino Perez scherza su Pogba: "Non so chi sia..."

All'indomani del successo in Supercoppa il numero uno delle merengues scherza su quello che è stato a lungo un obiettivo di mercato del club. L'interesse per il francese potrebbe essere tramontato con l'esplosione di Valverde.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

All'indomani della vittoria nella Supercoppa di Spagna, arrivata ai calci di rigore nella sfida di Gedda vinta contro i cugini dell'Atletico, il Real Madrid scopre di non avere più bisogno di Paul Pogba. A lungo obiettivo di calciomercato delle merengues, ripetutamente richiesto dal tecnico Zinedine Zidane, il centrocampista francese non è mai stato un pallino del numero uno del club Florentino Perez. Troppi i 150 milioni di euro richiesti dal Manchester United per il suo cartellino, troppi soprattutto se rapportati alle alternative che il presidente dei Galacticos aveva individuato in Donny van de Beek e Christian Eriksen, che invece non hanno mai convinto fino in fondo l'allenatore.

A mettere d'accordo Perez e Zidane potrebbe essere un protagonista inaspettato, Federico Valverde, 21enne mediano uruguaiano acquistato nel 2016 per meno di 5 milioni di euro e diventato nelle ultime settimane un punto fermo nell'undici titolare delle merengues. Di lui si è parlato molto all'indomani del successo in Supercoppa, arrivato anche grazie al suo fallo su Morata lanciato a rete che gli è costato il cartellino rosso ma ha allo stesso tempo salvaguardato il risultato in vista dei calci di rigore: sarebbe sbagliato ridurre la sua importanza a quel solo gesto - di cui peraltro ha ammesso di non andare fiero - mentre è decisamente più corretto valutare il suo impatto nel club in questa prima parte di stagione.

Con Valverde in campo il Real Madrid ha trovato l'equilibrio che Zidane cercava da agosto: dinamico, abile in entrambe le fasi di gioco e dotato di grinta e personalità, l'uruguaiano è riuscito a farsi largo tra i grandi nomi a disposizione di Zidane. Se nella scorsa stagione erano arrivate 25 presenze complessive, in questa siamo già a 21. Titolare in più della metà delle gare, con lui in campo le merengues viaggiano a una media di 2,29 punti a partita: un'ascesa che non può essere ignorata da nessuno e che sembra spegnere definitivamente i discorsi relativi a un possibile futuro di Pogba con la maglia dei blancos. Ma potrebbe anche essere vero il contrario.

Paul Pogba

Real Madrid, dilemma su Pogba: interessa ancora?

Quando si parla di calciomercato, infatti, tutto è possibile. A maggior ragione se a esporsi su un argomento è Florentino Perez, che questo mondo lo conosce come le proprie tasche. Da sempre abituato a non farsi fermare da nessun ostacolo e da nessuna cifra, il presidente del Real Madrid non ha mai spinto fino in fondo l'acceleratore per accontentare Zidane su Pogba ma non ha mai nascosto il suo apprezzamento per il giocatore, considerato a ragione per talento e versatilità tra i migliori in circolazione e certo degno di esibirsi al Bernabeu. Interrogato sulla stella del Manchester United all'indomani del successo in Supercoppa, Perez ha pronunciato poche criptiche parole sull'argomento.

Non so chi sia Pogba.

Una frase che secondo il quotidiano iberico Sport potrebbe significare il definitivo addio da parte del Real Madrid alla pista che porta a Pogba, sancito dall'esplosione di Valverde, ma che secondo altri farebbe parte di una strategia per non creare tensioni con il Manchester United in vista di giugno, quando il discorso potrebbe tornare d'attualità. Le possibilità che la prossima estate il francese possa lasciare l'Old Trafford del resto sono concrete, dato che il suo agente Mino Raiola ha già mandato messaggi trasversali ai Red Devils affermando che uno come Pogba può e deve giocare in un club di vertice, capace di vincere la Champions.

Un club che certo non è lo United attuale, quinto in Premier League e distante ben 27 punti dalla vetta. Nonostante la stima ricambiata nei confronti del manager Solskjaer - comunque tutt'altro che certo di restare al proprio posto - Pogba a giugno potrebbe puntare ancora una volta i piedi per andarsene, finendo stavolta per essere accontentato. Rimane da vedere chi sarà ancora in corsa per aggiudicarselo, dato che i Red Devils non intendono scendere sotto i 130-150 milioni di euro per il suo cartellino: una cifra che spaventa la Juventus e che potrebbe essere sostenuta soltanto dal Real Madrid.

Resta da vedere se la pista sia ancora calda, se Perez abbia semplicemente voluto confondere le acque per tentare poi di accontentare Zidane a giugno o se davvero l'esplosione di Valverde non metta la parola fine a una trattativa che a lungo ha animato il calciomercato e che potrebbe non concretizzarsi mai. Fuori praticamente da inizio stagione per persistenti problemi alla caviglia, Pogba sembra già lontano dallo United, in attesa di un futuro in Spagna che però potrebbe non arrivare mai. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.