Serie A, le pagelle di Cagliari-Milan: Ibrahimovic iz back, bene Leao

I rossoneri tornano alla vittoria grazie alle reti del portoghese e dello svedese, arrivate entrambe nella ripresa.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'ultima giornata del girone di andata si apre alla Sardegna Arena: un Milan in crisi affronta un Cagliari che non vince da tre partite ma comunque ancora sesto in Serie A. Pioli cambia parecchio e alla fine il risultato gli dà ragione: i rossoneri vincono 2-0 alla Sardegna Arena.

Nonostante il cambio di modulo il Milan fa parecchia fatica a costruire gioco, anche grazie ad un ottimo Cagliari. I rossoneri sono comunque cresciuti col passare dei minuti, con i sardi più occupati a contenere che ad offendere. Protagonista, anche senza gol, Zlatan Ibrahimovic: assist di Leao per lo svedese, che defilatissimo prova un colpo di testa capolavoro che quasi riusciva. Olsen (e il palo) mandano la palla in angolo, sulla battuta seguente Leao arriva mezzo secondo in ritardo su un pallone vagante e la spedisce a lato da due passi.

Nella ripresa il Milan la sblocca subito: bel lancio di Castillejo (grande secondo tempo), Leao aggancia e tira, Olsen viene beffato da una deviazione decisiva. Rossoneri in vantaggio, la squadra di Pioli prende forza mentre il Cagliari accusa il colpo e non riesce a reagire. E subisce il secondo gol: Theo sfonda sulla sinistra e la dà a Ibra, che con un sinistro a incrociare trafigge Olsen. Nessun altro gol, il Cagliari non riesce quasi mai arrendersi pericoloso, i rossoneri gestiscono e portano a casa i tre punti. 

Serie A, Castillejo in azione contro il Cagliari: buona partita per lui

Serie A, le pagelle di Cagliari-Milan

  • Cagliari (4-3-2-1): Olsen 6.5; Faragò 5.5, Pisacane 6, Klavan 5, Pellegrini 6; Nandez 6 (76' Ionita 6), Cigarini 6, Rog 6 (76' Castro 6); Nainggolan 6, Joao Pedro 5.5; Simeone 5 (69' Cerri 6). All. Maran 5.5
  • Milan (4-4-2): Donnarumma 6.5; Calabria 6.5 (74' Conti 6), Musacchio 6.5, Romagnoli 6, Theo Hernandez 6.5; Castillejo 7, Kessié 6, Bennacer 6, Calhanoglu 6 (64' Bonaventura 6); Ibrahimovic 7, Leao 7 (90' Rebic s.v.). All. Pioli 6.5

I migliori

Ibrahimovic 7

Finalmente ha fatto quello che aveva promesso di fare: segnare, ed esultare con le braccia larghe come un dio. Lo svedese alla sua nuova prima partita da titolare con il Milan ha trovato la via del gol nella ripresa con una bella stoccata di sinistro. Nel primo tempo aveva già preso un palo, e poi quanta personalità, quanta presenza in campo. Ibra è tornato davvero

Leao 7

Bellissimo il pallone per Ibrahimovic nel primo tempo, con lo svedese fermato prima da Olsen e poi dal palo. Altrettanto bello il movimento con cui "chiama" il passaggio in profondità di Castillejo. Fortunato nella conclusione: ma si dice che la dea bendata aiuti gli audaci, no? Beh, lui lo è stato. 

Castillejo 7

Anche Castillejo merita una menzione tra i migliori: grande spirito di sacrificio, ha ingaggiato diversi duelli a metà campo ed è stato decisivo con l'assist a Leao per il gol che ha sbloccato il match.

Simeone - Joao Pedro 5

Si è visto veramente pochissimo lì davanti, non è mai riuscito a impensierire la coppia Romagnoli-Musacchio, che lo ha tenuto a bada senza troppi affanni. Prova davvero opaca di Simeone. Da 5 anche Joao Pedro, dal quale ci si aspettava sicuramente di più: il brasiliano non ha inciso.

Klavan 5

Male anche Klavan, che dall'altra parte ha faticato di più a tenere buono il gigante Ibrahimovic, che insieme al suo partner in crime Leao è riuscito a scardinare la difesa composta dal centrale estone e da Pisacane. 

Gli allenatori

Pioli 6.5

Finalmente ha preso in mano la situazione e fatto scelte forti: fuori almeno un paio dei soliti titolari (Suso e Piatek), dentro Ibrahimovic dal primo minuto insieme a Leao, spazio anche a Castillejo. E proprio questi tre giocatori hanno confezionato la convincente vittoria di Cagliari. 

Maran 5

Cosa è succeso a quel Cagliari che faceva brillare gli occhi fino a qualche giornata fa? Quarta sconfitta consecutiva per i sardi, che hanno giocato in maniera nervosa e poco lucida. Va ritrovata la strada giusta: la squadra di Maran ci ha abituato a ben altre prestazioni in questa stagione di Serie A.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.