Lukaku - Lautaro, amici bomber: il tandem dell'Inter comanda in Europa

La coppia nerazzurra ha toccato quota 30 gol segnati in stagione, confermando la reciproca intesa che nasce da un grande rapporto anche fuori dal campo.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Anno nuovo, vita vecchia. Archiviate le feste, la Serie A che torna in campo ritrova gli stessi protagonisti del 2019. Romelu Lukaku e Lautaro Martinez regalano all'Inter una vittoria importantissima sul campo del Napoli, regolato 3-1 dalla grande prestazione delle due punte nerazzurre. Il belga, che durante le vacanze si è allenato per mantenere una forma fisica ottimale, ha schiantato la difesa partenopea con una doppietta da applausi, permettendo alla squadra di Conte di chiudere parzialmente il match già dopo un'ora di gioco. E, dopo la rete di Milik, è toccato all'argentino serrare i conti, battezzando il proprio ritorno in campo con l'ennesimo sigillo di un'annata strepitosa.

Almeno fino a oggi, ovviamente, visto che i due bomber dell'Inter - con i gol segnati al San Paolo - hanno ufficialmente toccato quota 30 reti realizzate in stagione tra campionato e Champions League. Un risultato clamoroso, soprattutto se pensiamo a come entrambi abbiano saputo integrarsi a vicenda così velocemente. Era dai tempi dell'Inter di Trapattoni che gli attaccante della Beneamata non viaggiavano su tali medie realizzative. Il che, se ci pensiamo, fa riaffiorare ricordi piacevoli, visto che proprio quella squadra, almeno in Italia, riuscì a togliersi più di una soddisfazione.

La chiave di questa intesa? Lo ha spiegato proprio Lukaku al termine di Napoli - Inter:

Non c’è un segreto, ma la verità è che io e Lautaro siamo molto amici, dentro e fuori dal campo. Facciamo molte cose insieme, anche lontano dalle partite. E poi in gara so che quando lui ha un’occasione, prima o dopo ne capiterà una anche a me.

Inter Lukaku Lautaro Martinez 30 gol stagionali
Romelu Lukaku e Lautaro Martinez festeggiano uno dei gol realizzati al San Paolo contro il Napoli: il tandem composto dal belga e dal talento argentino ha toccato quota 30 gol segnati in stagione

Inter, Lukaku e Martinez come Mbappé - Icardi: è la coppia più prolifica del continente

Lukaku viaggia a ritmi impressionanti. Scorrendo i suoi numeri si capiscono molto bene i motivi per i quali Conte lo abbia voluto così fortemente all'Inter: i suoi 16 centri stagionali - di cui 10 in trasferta, 14 in campionato in 18 partite - rappresentano il record nerazzurro nell’era dei tre punti. Il tutto mentre il Toro si è messo particolarmente in mostra in Champions League, facendo impazzire le difese di Barcellona e Borussia Dortmund: le sue reti non sono servite per passare il turno, ma hanno fatto drizzare le antenne proprio alla società blaugrana che, secondo i media spagnoli, in estate sarebbe disposta a fare follie per assicurarsi i servizi di Martinez.

Il tandem offensivo composto dall'ex Manchester United e dal talento scovato nel Racing grazie all'imbeccata di Diego Milito guida la classifica parziale delle coppie gol più prolifiche del continente. Con 30 reti segnate, Lukaku e Martinez si posizionano in vantaggio di una sola lunghezza rispetto alla "dupla" del Barcellona, formata da Leo Messi e Luis Suarez, e in perfetta parità con Kylian Mbappé e Mauro Icardi. A quota 27, subito fuori dal podio, troviamo Mohamed Salah e Sadio Manè del Liverpool. I due campioni africani, autori rispettivamente di 14 e 13 gol, fanno parte del tridente più impattante del continente e nel 2019 hanno vinto tutto alla guida dell'attacco dei Reds.

Il miglior marcatore del Manchester City è invece Raheem Sterling, autore di 14 reti tra Premier e Champions League, che diventano 26 se consideriamo anche quelle segnate da Sergio Aguero, frenato da un fastidioso infortunio che di recente o ha costretto a lasciare spazio al più fresco Gabriel Jesus. Sono 25 i gol segnati dalla premiata ditta del Lipsia, composta da Timo Werner e Patrick Schick: il centravanti tedesco, obiettivo di mercato del Bayern Monaco, ha fatto il grosso del lavoro con 21 realizzazioni, ma l'ex romanista di recente è tornato ad essere finalmente decisivo. Grazie ai suoi 4 centri, la squadra allenata da Nagelsmann si è laureata campione d'inverno in Bundesliga.

Real Madrid e Bayern Monaco, contrariamente alle altre big, sono squadre che incanalano tutta la potenza offensiva in un solo giocatore. Se i merengues hanno trovato in Karim Benzema il salvatore della patria, in Baviera Robert Lewandowski ha segnato da solo la bellezza di 29 gol, ma per trovare un altro giocatore del Bayern mediamente prolifico bisogna retrocedere di parecchi metri, fino a Serge Gnabry e Philippe Coutinho. Insomma, l'impressione è che il primato di questa speciale graduatoria sarà una lotta serrata tra le coppie di Barcellona, PSG e Inter, con Lukaku e Lautaro Martinez che non hanno nessuna intenzione di togliere il piede dall'accelleratore.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.