Jorge Mendes: "Cristiano Ronaldo non può essere paragonato a nessuno"

Parla l'agente del fuoriclasse portoghese.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

A margine dei Global Soccer Awards andati in scena a Dubai, ha parlato a Sky Sport il super procuratore Jorge Mendes che si è soffermato su Cristiano Ronaldo e Joao Felix, premiati rispettivamente come miglior giocatore e miglior giovane del 2019: 

Insieme, potrebbero vincere un Mondiale. Cristiano non può essere paragonato a nessuno, per me rimane una specie a sé, diversa dagli altri. Da ultratrentenne ha fatto cose che gli altri non hanno mai fatto. I più giovani prendano esempio da lui. È già a quota 9 gol in Italia, il campionato dove è più difficile segnare. Con la Juventus vuole vincere ancora tanto, tra poco compirà 35 anni ma può giocare davvero fino a quando vorrà

Sulla stella dell'Atletico Madrid:

È il giovane migliore del mondo, ha tutte le carte in regola per diventare un campione. L'esempio da cui prendere spunto è proprio Ronaldo, Joao ne deve condividere determinazione e ambizione. Pensate, se vedessimo in campo il migliore della storia con il miglior giovane del momento: se Cristiano dovesse giocare altri 5-6 anni, vedere il Portogallo campione del mondo non sarebbe poi impossibile...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.