La Juve prova a battere il Real Madrid per Pogba, ma occhio all'Inter

Il ritorno del francese è sempre un pallino bianconero, ma c'è da battere i Blancos e ora anche i nerazzurri, forti del buon rapporto fra il giocatore, il loro staff e Lukaku.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Paul Pogba sembra muoversi su rotaia: dal Manchester United alla Juventus, dalla Juventus al Manchester United e, da tempo, si parla di un suo possibile ritorno in bianconero. Lo avrebbe voluto già Allegri nelle passate sessioni di mercato e ora è Sarri che, dopo le ultime non brillantissime prestazioni del suo centrocampo, starebbe appoggiando i tentativi della società di riprendersi il francese.

Là in mezzo, per il tecnico bianconero, di inamovibile e affidabile al cento per cento c'è solo Miralem Pjanic. Khedira disegna geometrie di gioco come pochi ma guai fisici e una certa lentezza di fondo poco si confanno ai dettami sarriani, Matuidi fa il suo ma non ha le stimmate del fuoriclasse assoluto, Ramsey e Rabiot, gli arrivi dell'estate a costo zero, non hanno ancora convinto, Bentancur va a ritmi alterni e ora salterà tre partite causa squalifica, per non parlare di Emre Can, da tempo fuori dal progetto.

Il rientro del francese, insomma, torna d'attualità, ma certo l'operazione è complessa e delicata, soprattutto dal punto di vista finanziario. Che al Manchester United Paul non si trovi bene non è un mistero, ma da lì a parlare di svendita il passo è decisamente lungo. I Red Devils sono alla vigilia di una rivoluzione e se dovessero decidere di privarsi di Pogba lo farebbero alle loro condizioni. E anche ammesso che siano accettabili, rimane lo scoglio di uno dei più alti stipendi della Premier League.

Pogba Manchester United
Pogba è tornato al Manchester United nel 2016

Calciomercato: la Juventus ci prova con Pogba

Il terzo scoglio, e non è uno scoglio da poco, si chiama Real Madrid: Paul è da tempo nel mirino di Florentino Perez e quando il presidente dei Blancos si incaponisce, il gioco sul calciomercato si fa duro per tutti. Certo, Pogba ha il contratto in scadenza fra un anno e mezzo e difficilmente una vecchia volpe come Mino Raiola accetterà di sedersi a parlare di rinnovo. Un atout per Paratici che dalla sua ha un ambiente che il francese conosce bene e che lo aiuterebbe a superare certe comprensibili perplessità, oltre alla certezza che a Torino sarebbe al centro del progetto, cosa che fra le stelle del Real non è mai altrettanto sicura.

Pogba Juventus
Pogba ha giocato contro la Juventus in Champions League

Certo, a marzo il francese compirà 27 anni - l'età perfetta per un centrocampista secondo Gianni Agnelli - e deve decidere che cosa vuole fare da grande: nel quasi quadriennio allo United ha vinto 2 trofei - un'Europa League e una coppa nazionale - mentre nei quattro anni a Torino ha contribuito a portare a casa ben 8 trofei. Tutt'altro fatturato, insomma, e anche su questo punta la dirigenza juventina che, secondo Tuttosport, sarebbe pronta a un'offertona: 60 milioni di euro più Emre Can. Un doppio affare, dunque, in entrata e in uscita, che comunque potrebbe smuovere anche l'interesse dei Red Devils.

Emre Can Manchester United
Emre Can potrebbe finire al Manchester United nell'affare Pogba

Ma occhio all'Inter

Ma a complicare i piani bianconeri, secondo il Mirror, potrebbe a sorpresa arrivare, nel ruolo di piantagrane, anche un'altra rivale, "interna" stavolta. Allo United, infatti, il francese aveva un ottimo rapporto con Romelu Lukaku, il quale, prima di accettare la corte estiva dei nerazzurri, si era confidato e consigliato proprio con lui. Un rapporto che è poi proseguito nei mesi successivi e proprio il belga avrebbe parlato all'amico Paul in termini entusiastici della sua sistemazione all'Inter, dei compagni, degli obiettivi e di uno staff che lo stesso francese conosce bene, visto che fu proprio Marotta a portarlo in Italia e fu Antonio Conte a valorizzarlo.

Lukaku
Lukaku ha mantenuto un ottimo rapporto di amicizia con Pogba

Vale, ovviamente, anche per l'Inter il discorso economico fatto per la Juventus, ma l'entusiasmo per i risultati della squadra e il buon andamento del fatturato del club, per quanto privato degli introiti che il proseguimento del cammino in Champions League avrebbe garantito, potrebbero spingere Suning a un ultimo sforzo per regalare a Conte una fuoriserie con motorizzazione e interni realmente straordinari.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.