Supercoppa italiana, la moviola di Juve-Lazio: Matuidi da rosso

Nel complesso positiva la prova dell'arbitro che però pasticcia in avvio e non viene aiutato dal VAR: Matuidi su Luis Alberto era da rosso. E Bentancur rischia una squalifica pesante.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Lazio vince la sua quinta Supercoppa italiana al termine di una partita ricca di gol, emozioni e anche episodi da moviola. La squadra di Inzaghi s'impone per la seconda volta in quindici giorni sulla Juventus, un altro 3-1 dopo quello maturato il 7 dicembre in campionato che la proietta ancor più in orbita dopo le otto vittorie consecutive in campionato. Se la notte biancoceleste è dolcissima, quella bianconera è amara. 

La Juve sperava di tornare da Riyad con la Supercoppa e un risultato diverso. La seconda sconfitta in due settimane contro la Lazio crea interrogativi. La difesa continua a subire troppi gol, a faticare pur cambiando i propri interpreti. L'assenza di Chiellini si sente, ma non può essere un alibi. Nelle due sfide contro Immobile e compagni, sono arrivati dalle parti di Szczesny ben 36 tiri. Un'enormità considerando gli standard juventini. 

Ci sarà spazio e tempo per riflettere e migliorare. Ora la sosta utile per ricaricare le pile e mettersi alle spalle un ciclo di partite duro e dispendioso terminato con una sconfitta comunque netta e meritata. Per bravura della Lazio che ha saputo interpretare al meglio la gara e rispetto all'avversario c'ha messo più voglia, più cuore, oltre a tanta qualità. Partita bella e intensa dicevamo. Tirata sin dai primi minuti e difficile da gestire per l'arbitro Calvarese protagonista di una buona direzione nel complesso. Seppur macchiata da una svista iniziale che comunque non ha poi pesato sul risultato finale. 

Supercoppa Italiana, il gol di Luis Alberto
Supercoppa Italiana, la moviola della sfida

Supercoppa italiana, la moviola di Juve-Lazio: Matuidi da rosso

Svista dell'arbitro? Sì, o forse sarebbe meglio dire svista del VAR a cui operava Mazzoleni. È il quarto minuto, Luis Alberto si libera al limite e calcia: un attimo dopo la conclusione sulla caviglia dello spagnolo arriva scomposto Matuidi che entra col piede a martello. Calvarese fa una cosa a metà e sbaglia: ammonisce il francese, ammettendo d'aver visto il fallo, ma non assegna calcio di punizione per la Lazio.

Ma sbaglia ancor di più Mazzoleni che non richiama il collega all'on field review: l'intervento di Matuidi era da rosso diretto. Higuain - contrastato da Leiva al momento della conclusione - chiede il rigore intorno alla mezzora. Fa bene l'arbitro a lasciar andare, il brasiliano della Lazio tocca solo il pallone ed è poi il Pipita a calciare la caviglia dell'avversario. L'azione era nata da una percussione di Bentancur, poi steso da Radu: Calvarese fa bene e lasciar andare per il vantaggio, ma poi doveva ammonire il difensore biancoceleste. 

Giuste le ammonizione di Leiva e Luis Alberto. Cataldi invece finisce sul taccuino per proteste. Nel finale sacrosanta la seconda ammonizione per Bentancur per il fallo su Parolo che poi porta alla punizione del 3-1 di Cataldi. L'ex Boca protesta in modo furioso con Calvarese, poi va a muso duro anche dal quarto uomo Maresca. Bisognerà vedere cosa metterà a referto la squadra arbitrale. Ma Bentancur rischia più giornate di squalifica. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.