NFL: i record incredibili, Dallas cade a Phila e il Fantasy Super Bowl

McCaffrey, Jones e Thomas riscrivono il libro dei record, Dallas perde una grande occasione, mentre i Patriots sono sempre lì.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Natale significa sempre il momento clou della stagione NFL. A ridosso della festività per eccellenza c’è sempre una giornata decisiva che fa da preludio allo showdown per la griglia playoff nell’ultima domenica di football dell’anno solare. Quest’anno la NFC, se facciamo eccezione per la  East, è una vera e propria tonnara fatta di tantissime squadre di livello con record incredibili, che ancora non si sono assicurate un seed preciso: Niners, Saints, Seahawks, Packers e Vikings (con quest’ultimi che si devono ancora scontrare nel Monday night) sono già a quota 10 vittorie. Nella AFC la situazione è meno pronunciata con il solito comune denominatore.

Con la vittoria raccolta nell’insolito sabato sera NFL, i New England Patriots si aggiudicano per l’undicesima volta consecutiva il titolo della AFC East. La vittoria contro i Buffalo Bills, in una partita non necessariamente divertente e spettacolare, incarna comunque la solidità dei Pats e un altro anno di egemonia divisionale. Se è vero che storicamente questa è la division più debole della lega, avere questa continuità è da Patriots e sebbene non avranno il fattore campo per tutti i playoff, con loro si dovrà sempre fare i conti.

Oltre a quello dei Patriots, è stata una giornata ricca di avvenimenti importanti, perché sono stati sbriciolati una lunga serie di record compilati dai mostri sacri della NFL. I fanta allenatori che hanno azzeccato le scelte in sede di draft, oltre a giocarsi il Super Bowl in questa settimana e la possibilità di far valere il proprio titolo di campione con gli amici sino al prossimo settembre, hanno apprezzato i loro giocatori fare la stagione della storia. E pensare che solo uno di questi vincerà il titolo di MVP, sembra quasi uno spreco.

Thomas nel libro dei record
Saints e Thomas corsari a Nashville

NFL: i record di McCaffrey, Jones e Thomas

In sede di Fantasy football, chi ha avuto una scelta tra le prime tre non si poteva esimere dallo scegliere Christian McCaffrey, elusivo running back dei Carolina Panthers che, nonostante una stagione mediocre dei suoi, ha semplicemente predicato football anche grazie agli allenamenti estivi di MMA. Ieri ha prodotto 15 ricezioni per 173 yards dalla linea di scrimmage (119 ricevute e 54 corse), arrivando a 109 ricezioni che hanno sorpassato il suo precedente record di 107 siglato nel 2018. È il primo running back della storia ad avere due stagioni da almeno 100 ricezioni, aggiungendoci nove partite con almeno 150 yards dalla linea di scrimmage in un novero con i soli Marshall Faulk e Chris Johnson.

Un altro recordman è Michael Thomas che, con le dodici ricezioni per 136 yards e un touchdown nella vittoria dei Saints contro i Titans, ha passato Marvin Harrison per maggior numero di ricezioni in singola stagione a quota 145. Thomas guida la lega con 1688 yards ricevute e ha compilato già 5475 yards guadagnate nelle prime quattro stagioni tra i pro, superando Randy Moss (5396) nella speciale categoria assoluta. Un altro WR nel libro dei record è Julio Jones che con le 10 ricezioni per 166 yards raggiunge quota 12047 superando Jerry Rice come giocatore più veloce della storia a raggiungere le 12000 yards ricevute. Il record precedente era situato a quota 142 partite, mentre Jones ne ha impiegate 125 compilando la quindicesima partita di carriera con più di 150 yards ricevute

Dei brutti Cowboys cedono a Philadelphia
Eagles con in mano la division

Philadelphia blocca Dallas, Baltimore primo seed

Che la NFC East sia di gran lunga la peggior division in assoluto non lo scopriamo certo oggi, ma altrettanto sicuramente quando giocano Philadelphia e Dallas la rivalità vale da sola il prezzo del biglietto, se poi c’è in ballo il titolo divisionale e un posto ai playoff tutto si amplifica. I problemi alla spalla di Prescott si sono visti tutti in alcuni lanci imprecisi, ma gli infortuni che hanno falcidiato gli Eagles sono incredibili: fuori Jackson, Jeffrey, Howard, Johnson e Sproles, Ertz ha giocato praticamente un quarto per problemi alle costole, Mills e Darby sono usciti ed entrati dal campo, ma nonostante questo Pederson ha preparato alla grande il match, mentre Wentz ha giocato una partita clamorosa senza target offensivi di livello e sfruttando un Miles Sanders in spolvero. Di certo il fatto che Garrett non sia riuscito a produrre neanche un touchdown (anche a causa di innumerevoli drops dei ricevitori) non lo fa uscire dall’ennesimo match importante da vincitore. E forse troppi indizi dovrebbero fare delle prove.

Se nella AFC il dominio dei Patriots è sempre d’attualità, per la prima volta nella loro storia i Baltimore Ravens si sono assicurati il primo seed e il fattore campo in tutti i playoffs con la vittoria sui Cleveland Browns. La partita si era messa piuttosto male all’inizio, ma poi un po' l’inconsistenza dei Browns, un po' il probabile MVP Lamar Jackson in coppia con Mark Ingram, hanno cambiato il match. Bills, Packers, Vikings e Niners invece continuano la striscia aperta di trenta stagioni in cui almeno quattro squadre che l’anno prima non si sono qualificate, agguantano la postseason nella stagione successiva. A testimonianza che la logica del ricambio di valori funziona…a eccezion fatta per i soliti Patriots.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.