NFL: il caso Patriots-Bengals e le sliding doors della week 15

Brady sarà ancora alla post season, Wilson lo raggiunge per vittorie nelle prime otto stagioni, ma c'è il caso Patriots-video-Bengals.

0 commenti

di -

Share

Il clima si fa rovente in NFL, le squadre lottano per il miglior seed possibile ai playoff, oppure per entrarci combattendo per il celebre millimetro citato da Al Pacino in “ogni maledetta domenica”, eppure quando arriva metà dicembre è da undici anni che il lei motiv è lo stesso: i New England Patriots raggiungono la postseason. Con la vittoria conseguita contro i Cincinnati Bengals per 34-13 si è concretizzata la più lunga striscia di apparizioni consecutive ai playoffs, per una franchigia che per certi versi non smette di stupire, mentre per altri non stupisce nemmeno più. Dopo un primo tempo difficile, la difesa ha preso in mano la questione e due intercetti di Gilmoure hanno indirizzato un match non senza polemiche.

L’NFL, infatti, ha aperto un’inchiesta proprio sui Patriots, rei di aver ripreso video della sideline dei Bengals durante un documentario per la lega. Un operatore Patriots ha girato del materiale durante una partita dei Bengals, però è stato pizzicato da un addetto alla security a riprendere la sideline e i segnali degli schemi. Colto sul vivo l’operatore si è giustificato dicendo che era tutto finalizzato al racconto di alcuni aneddoti dietro le quinte. La cosa ha convinto poco il controllore che ha denunciato l’accaduto.

Posso cancellarlo ora se vuoi.

Ha detto il cameraman, anche se “ormai il danno era fatto” secondo l’entourage dei Bengals. La storia si è protratta per qualche ora, degli ufficiali NFL hanno poi raggiunto l’autore del misfatto chiedendogli la scheda dove aveva registrato il campo e, a quanto pare, il problema sarebbe dovuto rientrare, sebbene la giuria sia ancora in camera di consiglio:

Quando l’NFL mi ha avvicinato -dice Mondillo- ho consegnato la scheda ai controllori, ho riordinato le mie cose e me ne sono andato. Faccio questo lavoro da 18 anni e non mi era mai capitata una situazione del genere.

Ora la lega vedrà di chiudere la questione, ma non è la prima volta che i Patriots sono invischiati in situazioni non troppo chiare. Nel 2007 persero una prima scelta e Belichick fu multato di 250.00 dollari per una storia molto simile, il deflagate (anche se con tema diverso) ha imperversato per diverso tempo nei media relativi ai Pats e gli Eagles avevano prevenuto i problemi non provando gli schemi e il famoso “Philly special” nei giorni precedenti al Super Bowl per aver subodorato presenze indesiderate. Si dice che errare è umano, ma…

NFL: che corsa ai playoff!

Come ogni anno, ma forse in questa stagione ancora di più, la corsa ai playoffs abbraccia squadre con record incredibili e se facciamo eccezione per l’impresentabile NFC East che vede Cowboys e Eagles in testa con il 50% di vittorie, ad esempio i 49ers con la sanguinosa sconfitta interna rimediata contro i Falcons, sono piombati dalla prima alla quinta posizione del seed con 11 Vittorie all’attivo. Dopo l’impresa di New Orleans di cui abbiamo parlato settimana scorsa, questo scivolone potrebbe costare caro a Garoppolo e i suoi in ottica seed, anche perché i Seahawks con la vittoria contro i Panthers si sono garantiti la division in caso di vittoria sabato prossimo. Russell Wilson e Chris Carson hanno attaccato la difesa dei Panthers che ha avuto dall’altra parte il solito McCaffrey in grado di produrre 175 yards dalla linea di scrimmage per la sesta volta in stagione, diventando anche il primo running back della storia NFL con almeno 90 ricezioni in più stagioni.

Continua anche la corsa dei Green Bay Packers, che battendo i Bears nello scontro divisionale tornano ai playoffs, assieme ai 49ers che nonostante la sconfitta si garantiscono la post season alla luce della sconfitta dei Rams contro i Cowboys. Dal 1990 a oggi c’è una striscia attiva di stagioni in cui almeno quattro squadre che l’anno precedente avevano mancato i playoff si sono poi in quella successiva e proprio Packers e Niners fanno parte di questo novero, confermando ancora di più quanto le undici consecutive dei Pats siano incredibili.

Ancora post season per Russ
Seahawks macchina da guerra con Wilson

Numeri incredibili

In week 15 ci sono stati ben 19 giocatori in grado di produrre due touchdown tra ricezione e corsa, compresa la fantasmagorica prestazione di Kenyan Drake autore di quattro nel match vinto dai suoi Cardinals. Solo la tredicesima settimana del 1983 aveva regalato più giocatori con doppia segnatura (20), sintomo di grande spettacolo. Se uniamo lo spettacolo alle vittorie, impossibile non parlare di Russell Wilson che produce 286 yards, due TD e nessun intercetto nella vittoria contro i Panthers. Diventa così il primo assieme a Tom Brady per partite vinte nelle prime otto stagioni di carriera con ben 86. È proprio Tom Brady con due TD lanciati contro Cincinnati a chiudere la diciassettesima stagione in carriera con almeno venti passaggi vincenti lanciati, sorpassando le sedici di Peyton Manning.

Al capitolo quarterback diventa sempre più difficile decifrare la stagione di Jameis Winston che è in corsa sia per maggior numero di yard lanciate in stagione e maggior numero d’intercetti. Contro Detroit ha lanciato per il carreer high di 458 yards con quattro TD e un intercetto, diventando il primo a lanciare 450 o più yards in partite consecutive, oltre a raggiungere Peyton Manning (2013) e Drew Brees (2013) come unici QB ad avere cinque o più match da 375 o più yards lanciate in singola stagione. In una lega che annovera Lamar Jackson quasi certo MVP, Christian McCaffrey altrettanto accreditato, avere tutto questo talento alle spalle garantisce uno spettacolo sempre incredibile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.