Serie A, le pagelle di Juventus-Udinese: il tridente regala spettacolo

La Juventus batte l'Udinese (3-1) con doppietta di Ronaldo e sigillo di Bonucci. Solo al 93' il gol di Pussetto. Bianconeri di nuovo in testa in attesa dell'Inter.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Juve torna a vincere in Serie A, schianta l'Udinese con un primo tempo straordinario e torna in testa in attesa del posticipo Fiorentina-Inter. Sarri opta dal primo minuto per il tridente pesante con Dybala dietro a Ronaldo e Higuain. Un messaggio ai suoi per cercare di schiacciare subito i bianconeri friulani. Juve in pressione da subito e in vantaggio all'ottavo con Cristiano Ronaldo che con il collo esterno trova l'angolo e batte Musso. Signora pimpante e l'asse argentino con Higuain porta Dybala al tiro deviato in angolo. Dal corner conseguente è Rabiot a provarci, ma un'altra deviazione (di Lasagna) manda il pallone fuori non di molto. Dybala è in giornata, tanto per cambiare, realizzerebbe un gol meraviglioso con un pallonetto dolcissimo da venti metri, ma il controllo iniziale sul passaggio volante di Danilo è fatto col braccio e la Joya viene pure ammonita da Pasqua. Ma il dominio juventino è totale, l'Udinese fa una fatica tremenda a uscire dal guscio e portare pericoli dalle parti di Buffon, ma quando si scopre ecco che la Juve diventa letale in ripartenza: Dybala s'inventa un'altra giocata super, serve Ronaldo che va da Higuain, destro del Pipita che però trova Musso attento in angolo. La prima conclusione dell'Udinese verso Buffon è di Mandragora, ma è schiacciata e per il portiere è facile bloccare.

Higuain ha fame di gol, nuovo duetto con Dybala e siluro da fuori che Musso e il palo tolgono dalla porta. Raddoppio nell'aria e raddoppio che arriva ancora con CR7 che si muove sulla linea dell'offside, viene trovato dal filtrante perfetto di Higuain e col sinistro non lascia scampo al portiere dell'Udinese. Juve che dopo il raddoppio abbassa la tensione? No, perché allo scadere della prima frazione arriva anche il tris: corner da sinistra, Demiral fa sponda per Bonucci che anticipa Musso e dopo aver trovato la parte bassa della traversa vede la palla superare la linea. 

Ripresa che comincia com'era finito il primo tempo: tre davanti a divertirsi, a dialogare e regalare calcio e allora Ronaldo per Higuain, palla per Dybala che con un sinistro di velluto prende la traversa. L'Udinese prova a farsi viva con Lasagna, trovato da un filtrante di De Paul, ma l'attaccante viene murato al momento della conclusione da un ottimo Demiral. Lo squillo friulano ha un seguito pochi minuti dopo e Lasagna si divora la palla del 3-1, trovando però anche un'ottima risposta di Buffon. Risposta Juve con Dybala che prova a sorprendere Musso direttamente da calcio d'angolo, ma il portiere è attento e devia in corner. Ancora Juve, ancora Higuain che controlla bene, ma poi manda alto dall'interno dell'area preferendo la potenza alla precisione. Udinese che toglie Okaka e De Paul e i cambi sanno un po' di resa, ma il nuovo entrato Pussetto trova Lasagna in profondità che però viene rimontato da un super Bonucci proprio sul più bello. Nel finale i ritmi calano sensibilmente, escono anche Higuain e Dybala e dalle tribune dello Stadium piovono applausi, e Ronaldo va a un passo dal 4-0 e dalla tripletta, ma Musso si supera e devia in angolo. Passano settanta secondi e Cristiano spacca il palo e si dispera perché la voglia del tris personale è tanta. L'Udinese risponde con il nuovo entrato Nestorovski, ma Buffon dimostra perché è Buffon e manda in angolo. L'Udinese però alla fine il gol lo trova e lo fa con Pussetto che è veloce nel ribadire in rete una palla che balla in area di rigore. È l'ultima emozione di un match che la Juve ha dominato e che la riporta in vetta. In attesa della risposta di Conte. 

Serie A, Ronaldo in azione
Serie A, le pagelle di Juventus-Udinese

Serie A, le pagelle di Juventus-Udinese

Juventus (4-3-1-2): Buffon 6,5; Danilo 6, Bonucci 7 (75' de Ligt sv), Demiral 7, De Sciglio 6,5; Rabiot 6, Bentancur 7, Matuidi 6,5; Dybala 7 (74' Bernardeschi sv); Higuain 7 (D.Costa sv), Cristiano Ronaldo 7,5. All. Sarri 7

Udinese (3-5-2): Musso 6; De Maio 5, Troost-Ekong 5, Nuytinck 5; Ter Avest 5,5, Fofana 5, Mandragora 5,5, De Paul 5 (66' Walace 5,5), Stryger Larsen 5,5 (86' Nestorovski sv); Okaka 5,5 (60' Pussetto 6), Lasagna 5. All. Gotti 5

I migliori

Dybala 7

Vedendolo giocare ci si chiede come possa questo giocatore essere stato messo sul mercato. Giocate di qualità altissima proposte con estrema continuità, svaria sul fronte offensivo, Sarri gli dà libertà quando s'attacca e gli chiede quando si difende per garantire equilibrio. Mantra del tecnico soprattutto con tridente pesante. Lui s'abbassa, difende e poi mette al servizio dei suoi talento purissimo. Segnerebbe pure un gol clamoroso, ma Pasqua lo annulla (giustamente) per un precedente controllo col braccio. Nella ripresa a negargli il gol è la traversa. Ma nessuno può negare la grandezza del 10 della Juventus. E della sua prestazione. 

Ronaldo 7,5

Rispetto a due settimane fa è un altro giocatore. La partita contro il Sassuolo, nella quale era andato in gol su rigore, ma nella quale aveva mostrato pure una condizione approssimativa, sembra lontana anni luce. Si propone, scatta, collabora alla manovra offensiva e soprattutto fa quello che gli riesce meglio: due palloni invitanti e due gol. Il primo in particolare è un gesto tecnico d'alto livello, perché la palla gli resta sotto, lui arriva in corsa e con l'esterno destro trova l'angolo per far secco Musso. E nonostante un periodo di difficoltà, sono nove in Serie A. Quattro nelle ultime tre. Nella ripresa super Musso e il palo gli negano la tripletta. 

Higuain 7

Sarri sceglie il tridente pesante. Scelta azzeccatissima perché il potenziale offensivo che la Juve mette in campo è spaventoso. L'opzione, almeno contro l'Udinese, offre solo pro: perché ogni volta che l'onda juventina sale, gli argini friulani vengono travolti. E l'equilibrio in fase difensiva rimane intatto. Se la Juve attacca e fa paura è merito anche di questo signore qui che lavora da centravanti e da seconda punta, con sprazzi pure da trequartista, come quando imbuca per Ronaldo in occasione del raddoppio. Un filtrante degno di un 10 navigato. Prova pure a far gol, ma Musso con lui sembra avere un conto aperto e gli nega la gioia con due parate non male. 

I peggiori

De Paul 5

Non entra in partita. Il primo tempo dell'Udinese è solo di sofferenza, la Juve domina e segna e lui non può far altro che restare a guardare. Nella ripresa prova ad accendersi, negli occhi resta però solo un'imbucata per Lasagna che non sfrutta. Esce dopo più di un'ora e lui che dovrebbe essere il quid qualitativo in più dell'Udinese ha mancato per l'appuntamento. 

Troost-Ekong 5

Alle spalle ha un giocatore da oltre 700 gol in carriera. Gli andrebbe ricordato forse, perché in occasione del 3-0 juventino si dimentica completamente Ronaldo costringendo Nuytinck a una tardiva chiusura che infatti non riesce. È il centrale, quindi la guida, di una difesa che nel primo tempo traballa paurosamente. Disastroso come due settimane fa, nella trasferta contro la Lazio. 

Lasagna 5

Primo tempo di nulla, di sofferenza nel vedere l'Udinese soffrire le pene dell'inferno. Nella ripresa ha tre occasioni importanti, ma non riesce a convertirne nemmeno una in gol. Clamorosa è soprattutto la seconda, cronologicamente parlando, con lui tutto solo a Buffon e palla che rimbalza invitante, ma il suo tiro è praticamente addosso al portiere della Juventus. Spara a salve. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.