Sudamericano under 15 2019: Brasile - Argentina ultimo atto del torneo

Il Clasico delle Americhe sarà l'occasione per vedere in campo i talenti messi in mostra dai due colossi continentali.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Saranno Brasile e Argentina a giocarsi il titolo nel Sudamericano under 15, manifestazione giunta alla sua nona edizione e riservata, quest'anno, alla classe 2004. Il percorso di entrambe è stato abbastanza lineare e pronosticabile, ma nonostante ciò non sono mancate le difficoltà. D'altronde, a questi livelli, gli equilibri e i valori sono ancora abbastanza livellati, molto spesso a fare la differenza è lo sviluppo fisico dei ragazzi e, in seconda battuta, è la qualità del singolo a fare la differenza. Proprio sui grandi spunti individuati l'Amarelinha ha costruito il suo cammino fino a qui.

Dopo l'esordio vittorioso contro il Belgio - l'unica invitata speciale alla rassegna iridata -, rullato con un rotondo 6-0, i giovani verdeoro hanno impattato 1-1 contro il Venezuela, per poi battere agilmente il fanalino di coda Bolivia. Il 3-0 al Perù ha fatto da preludio alla burrascosa caduta nell'ultimo match contro la Colombia, match nel quale il commissario tecnico Paulo Rodrigues ha deciso di lasciare fuori buona parte dei titolari. Il format, che prevedeva un girone da sei e uno da cinque squadre, ha permesso al Brasile di farsi i propri calcoli in vista della seconda fase, dove la Seleçao si è guadagnata la finale dopo il successo per 2-0 sul Paraguay.

Due vittorie e altrettanti pareggi è invece lo score messo insieme dall'Argentina nella fase a gruppi del Sudamericano under 15. Dopo i due successi maturati contro Cile e Uruguay, la situazione si era già messa abbastanza bene, così l'Albiceleste ha potuto gestire le forze e far ruotare più uomini. Nell'1-1 contro l'Ecuador, la squadra di Alejandro Saggese ha paradossalmente espresso tutto il meglio che la squadra ha avuto da offrire in fase offensiva. L'Argentina ha creato tanto e sprecato troppo, ma la Seleccion rimane comunque la selezione più affilata del torneo. Dopo aver pareggiato a reti bianche contro il Paraguay, infatti, ecco la semifinale perfetta, un 4-2 alla Colombia che solo nel finale ha saputo rialzare la testa.

Sudamericano under 15 finale Brasile Argentina
Una fase del Sudamericano under 15: la manifestazione è stata ospitata dal Paraguay, in seguito alla decisione della Conmebol di togliere l'organizzazione alla Bolivia. Argentina e Brasile si giocheranno il titolo, Colombia - Paraguay per il terzo posto

Le stelle del Sudamericano under 15: spicca il mancino Valentin Barco

Proprio la partita contro i Cafeteros ha consacrato Valentin Barco, 15enne esploso nel 25 de Mayo e prontamente bloccato dal Boca Juniors. È lui il simbolo di una manifestazione che si occupa principalmente di regalare la prima esperienza importante a questi ragazzi. Barco ha segnato 3 gol e adesso mette il Brasile nel mirino: elemento particolarmente rapido e ficcante, svaria senza sosta su tutta la fascia mancina, togliendo ogni punto di riferimento alla difesa avversaria. L'unico difetto? Un fisico non ancora sviluppato, ma a quest'età il problema è ancora marginale. Intanto ha già firmato il suo primo contratto con l'Adidas, che vede in lui un potenziale fuoriclasse.

Sprazzi di classe li ha fatti intravedere anche Luka Romero, fantasista di proprietà del Maiorca e già finito nel mirino del Real Madrid. Romero è una delle principali fonti di gioco di una squadra disseminata di talento in tutti i reparti. Per esempio, il centravanti Agustin Rodriguez si è fatto notare come attaccante bravissimo a muoversi per aprire spazi ai compagni. Gioca nel Lanus e di recente è stato aggregato anche all'under 17 albiceleste. O, ancora, il terzino destro Federico Sosa, gioiello del Newell's. Il Brasile risponde con una prima linea di tutto rispetto, composta dall'esterno destro Savio (Atletico-MG), e dai funambolici Matheus Nascimiento e Robinho, che giocano rispettivamente nel Botafogo e nel Palmeiras. In tre, hanno segnato 11 dei 13 gol complessivi del Brasile.

A proposito di fiuto per il gol, occhi aperti su Ricardo Caraballo, una delle nuove proposte del calcio sudamericano. Colombiano, ha messo insieme 7 reti e gioca nel Barranquilla FC. In passato è stato paragonato a un grande giocatore nato proprio nel centro de La Arenosa, quel Teofilo Gutierrez che oggi gioca nell'altra squadra cittadina, l'Atletico Junior. I Cafeteros e il Paraguay si giocheranno la finalina per il terzo posto, in programma nel weekend come antipasto del Clasico delle Americhe. Due anni fa fu l'Argentina, sotto 2-0, a ribaltare la contesa e a laurearsi campione, beffando nel finale il Brasile. Che, adesso, andrà a caccia di vendetta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.