Inzaghi: "Mai vinto contro Sarri? I tabù ci sono per essere sfatati"

Il tecnico entusiasta di questa sfida ad alta quota con i bianconeri: "Fa piacere trovare un Olimpico così carico".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

Con una vittoria la Lazio arriverebbe a soli tre punti dalla Juventus, una distanza in classifica difficilmente ipotizzabile a inizio stagione. Ecco perché Simone Inzaghi si vuole godere questa partita di Serie A, una sfida emozionante sotto tutti i punti di vista e che la squadra biancoceleste può giocarsi a mente libera, in virtù del suo terzo posto:

Senz'altro dovremo fare una gara importante, dovremo essere concentrati e attenti, perché sono una grandissima squadra e hanno campioni che possono risolverla da un momento all'altro. Juve in difficoltà? Domani affrontiamo una squadra che ha vinto gli ultimi 8 scudetti, unica squadra imbattuta in Europa. Sappiamo cosa incontreremo e saranno arrabbiati per l'ultimo mezzo passo falso. Non dimentichiamoci che sarebbe prima senza problemi anche quest'anno, ma ha trovato una grandissima Inter sulla sua strada.

All'Olimpico ci sarà un'atmosfera da brividi, con oltre 50mila persone:

Fa piacere, troveremo un Olimpico pieno di entusiasmo e vogliamo fare una grande gara, cercando di portarci dietro tutta la nostra gente. I ragazzi dovranno tirare fuori tutte le energie. L'abbiamo disputata tante volte negli ultimi anni questa sfida, sapendo che abbiamo perso due partite che non avremmo meritato di perdere. Ne ho viste tante di partite della Juventus, a parer mio si incomincia a vedere il lavoro di mister Sarri. Ma penso che anche con Allegri la squadra abbia fatto benissimo.

Serie A, Lazio-Juventus: le parole di Inzaghi in conferenza

Insomma, Inzaghi se la vuole giocare questa partita di Serie A contro i bianconeri:

Gara importantissima, con la squadra più forte in Italia e quella più in forma. Sarà una bellissima sfida, saranno decisivi gli episodi e dovremo essere bravi a farli girare dalla nostra parte. Una vittoria? Dobbiamo cercare equilibri, ricordate cosa si diceva trenta giorni fa di questa squadra. Ci vuole grandissimo equilibrio. Sono nel calcio da tanti anni, ho visto come è facile passare dalle stelle alle stalle. Ma affronto questa partita con grande entusiasmo. 

Anche perché per qualche addetto ai lavori comincia a trasformarsi in una sorta di sfida Scudetto:

Normale che facciano piacere quando escono determinate voci. in quel momento dovevo pensare e riflettere, non ho parlato con nessuno. Dovevo essere concentrato e convinto di ricominciare qui nel migliore dei modi. In quel momento c'era solo ed esclusivamente la Lazio. Sfida Scudetto? Motivo di orgoglio, ma dobbiamo sapere che nel calcio è un attimo cambiare opinioni e giudizi. Noi lo sappiamo benissimo, ma come ho detto prima siamo contenti di essere così in alto in classifica. Dovremo essere attenti sulla gara, sapendo che affrontiamo la squadra che ha vinto gli ultimi 8 scudetti in Italia.

Una possibile chiave tattica sarà quella di arginare Pjanic:

Pjanic è un grandissimo campione, sarà un osservato speciale come gli altri. Negli ultimi 3 anni ha avuto un miglioramento grandissimo, è un top player della Juventus, insieme a Chiellini e Cristiano Ronaldo sono gli elementi imprescindibili della Juve. Faremo il massimo affinché sia osservato speciale dai nostri giocatori.

Riguardo le scelte di formazione Inzaghi non dà vantaggi:

Manca ancora l'allenamento di oggi e il risveglio muscolare di domani, dovremo vedere come arriveranno gli ultimi due allenamenti. La squadra sta andando bene, terrò le mie certezze. Ho in testa qualche dubbio che magari non sono quelli che avete scritto ieri. Alla vigilia delle partite mischio sempre i giocatori. Caicedo? Sta molto bene, ha fatto gol con il Sassuolo e dopo quella partita non ha lavorato nel migliore dei modi. Per domani è un'opzione che mi tengo stretta. Indisponibili sono Marusic, Patric e Lukaku, che non ci saranno. Non ci sarà neanche Berisha, avremo 4 giocatori importanti fuori, ma conto sugli altri.

Infine un pensiero su Sarri, mai battuto in carriera:

Fanno piacere le parole di Sarri, non è che abbiamo giocato tante volte contro. I record e i tabù sono lì per essere battuti, abbiamo sfatato quello di San Siro, i record sono l' per essere sfatati e è troppo tempo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.