La FMI pensa in rosa: arriva il campionato femminile a due ruote

L'ELF CIV 2020 avrà in calendario lo Women's European Cup, espressamente dedicato alle donne. La campionessa mondiale Ana Carrasco potrà avere una degna erede.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Il motociclismo femminile cresce veloce, come veloci sono le protagoniste dal fiocco rosa. Dopo la signorina Ana Carrasco - vincitrice nel 2018 del titolo mondiale Supersport 300 - sono tante le ragazze in luce nei principali campionati a due ruote, tra le quali c'è Maria Herrera, protagonista della MotoE con la Energica Ego Corsa. Guardando poi i vari panorami nazionali, l'Italia offre nomi e rappresentati competitive.

In tal direzione, la Federazione Motociclistica Italiana pensa e ragiona anche al femminile. L'anno prossimo, il paddock azzurro vedrà ospitato pure un Trofeo dedicato interamente al Gentil sesso: ecco in arrivo la Women's European Cup. Sulla griglia di partenza vedremo sole donne, e sappiate che si tratteranno di "pilotesse", professionali e ben preparate, assistite da squadre e team di livello.

La dotazione sarà di motociclette da 300 centimetri cubi, con preparazione relativa al regolamento tecnico del CIV SS300. Il calendario ricalcherà fedelmente le tappe tricolori, arricchendo un programma di gare completo ed interessante. Colei che vincerà, avrà la nomea di Campionessa Europea, un primo ed importante passo verso il professionismo vero e proprio. L'obiettivo di Federmoto è proprio questo: offrire opportunità, con un ventaglio che parte dai bambini e raccoglie gli adulti. Perché il motociclismo in pista deve - e può - essere alla portata di tutti. Ana Carrasco docet.

Ana Carrasco, campionessa della Supersport 300 nel 2018
Ana Carrasco, campionessa di motociclismo in mezzo a tanti rivali uomini

La Federazione Motociclistica Italiana ci crede: presto la nuova Ana Carrasco?

L'idea è bella e funzionerà. La società EMG Eventi e Moto X Racing hanno lavorato, con il placet della FMI. Nel 2020 vedremo in pista tante ragazze, in un progetto espressamente dedicato alle donne. La competizione sarà aperta a moto rientranti nel regolamento FMI CIV Supersport 300, quindi, modelli accessibile e "semplici" da portare al limite e da mettere a punto. Questa sorta di entry class avrà un ruolo propedeutico e, allo stesso tempo, di lancio. 

Con gomme Dunlop uguali per tutti, anzi, per tutte, la possibilità di ben figurare è offerta ad ogni iscritta, che potrà correre su circuiti mondiali. Misano per due volte, Imola, una doppia trasferta al Mugello ed il gran finale a Vallelunga, questi i teatri del calendario ufficiale, articolato tra aprile e ottobre. La curiosità è tanta, come la voglia di comparare i tempi sul giro: non stupitevi se qualche ragazza risulterà più veloce di colleghi maschi.

Inoltre, una sfida ancor più intrigante: nella categoria Pre Moto3, ci sarà al via Arianna Barale, ragazzina della provincia di Cuneo, rivelatasi molto promettente e veloce, tanto da essere inserita in una classe difficile e selettiva, nella quale gli avversari saranno tutti maschietti. La giovanissima piemontese arriva dal CIV MiniGP, conosce l'ambiente, ha voglia di mettersi in luce, magari battendo i ragazzi. Sarà lei la futura Ana Carrasco?

Arianna Barale, il futuro del motociclismo femminile PreGP Academy
Arianna Barale sfiderà i piloti maschi nella Pre Moto3 del 2020

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.