Serie A, perché è stato annullato il gol di Lapadula in Lazio-Lecce

Lapadula ha segnato dopo il rigore sbagliato da Babacar ma l'arbitro Gianluca Manganiello ha annullato la rete su segnalazione del VAR.

7 condivisioni 4 commenti

di - | aggiornato

Share

Ha fatto discutere l'annullamento del gol del 2-2 Lecce a firma di Lapadula, su respinta del calcio di rigore parato da Strakosha su Babacar, nel corso della partita di Serie A all'Olimpico contro la Lazio. La decisione del direttore di gara, Gianluca Manganiello di Pinerolo, è arrivata dopo la segnalazione del VAR che ha ravvisato l'ingresso in area di rigore con la spalla di Gianluca Lapadula prima dell'esecuzione del tiro di Babacar.

Serie A, perché è stato annullato il gol di Lapadula

Dal momento che poi lo stesso attaccante leccese ha segnato sulla ribattuta del penalty, l'arbitro ha annullato la rete su segnalazione del VAR Pairetto e assegnato un calcio di punizione alla Lazio. Il regolamento recita:

Una volta che l’arbitro emette il fischio - recita il regolamento - per l’esecuzione di un calcio di rigore, il tiro deve essere eseguito; se non viene eseguito l’arbitro può assumere provvedimenti disciplinari prima di emettere il nuovo fischio per l’esecuzione del calcio di rigore. Se, prima che il pallone sia in gioco, si verifica una delle seguenti situazioni:

a) il calciatore che esegue il calcio di rigore o un suo compagno infrangono le Regole del Gioco:

  • se il pallone entra in porta, il calcio di rigore dovrà essere ripetuto
  • se il pallone non entra in porta, l’arbitro dovrà interrompere il gioco e assegnare un calcio di punizione indiretto

c) uno o più calciatori di ciascuna squadra infrangono le Regole del Gioco, il calcio di rigore dovrà essere ripetuto, a meno che un calciatore commetta un’infrazione più grave (ad esempio, fa una finta irregolare); se sia il portiere sia chi esegue il tiro commettono un’infrazione allo stesso tempo:

  • se la rete non viene segnata, il calcio di rigore dovrà essere ripetuto ed entrambi i calciatori ammoniti
  • se la rete viene segnata, non dovrà essere convalidata, colui che ha eseguito il tiro verrà ammonito e il gioco sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto per la squadra difendente

In area però, prima del tiro di Babacar, c'erano anche diversi giocatori della Lazio dei quali avrebbe dovuto accorgersi l'arbitro. Sì, perché il protocollo prevede che l'invasione di un calciatore può essere soggetta a revisione VAR soltanto se si tratta di un attaccante che su una ribattuta di palo o portiere segna o partecipa a un gol, oppure se, simmetricamente, si tratta di un difensore che poi un gol lo evita. Nel primo caso si riparte con un calcio di punizione per la difesa, nel secondo si ripete il rigore. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.