Lecce, Sticchi Damiani: "Sono state violate le regole!"

Le parole del presidente dei pugliesi dopo la sconfitta con la Lazio.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Lecce è furioso dopo la sconfitta per 4-2 contro la Lazio. A far arrabbiare i pugliesi è il gol del 2-2 annullato dall'arbitro Manganiello a Lapadula dopo il rigore sbagliato da Babacar. Un episodio che abbiamo spiegato e chiarito in precedenza. Nel post-partita ha parlato così a Sky Sport il presidente dei giallorossi Saverio Sticchi Damiani:

Abbiamo rimpianti e recriminazioni, la squadra meritava molto di più. La gara è stata profondamente condizionata dalle scelte arbitrali, il risultato arriva per alcune interpretazioni complicate e cervellotiche del regolamento. Dopo il rigore di Babacar c’è stato un gol di Lapadula: oltre a lui entrano in area diversi giocatori della Lazio. C’è una regola secondo la quale il calcio di rigore sarebbe dovuto essere ripetuto. Se contemporaneamente in area entrano giocatori di una squadra e dell’altra, il calcio di rigore si ripete. Oggi valgono le regole, non la prassi. Venivamo a Roma con quattromila tifosi, oggi la regola è stata violata. Se c'era il fallo di Milinkovic? Sto ponendo un problema differente, non vengo qui a commentare il rigore su Calderoni, sono obbligato ad accettarlo. Io parlo di una regola, se c’è oppure no e se si applica. I due rigori sono opinabili, ma io pongo un problema differente. Un peccato perché è stata una bella partita, il Lecce ha fatto una partita fantastica. Ed invece stiamo qui a parlare di cavilli del regolamento, forse nel calcio si sta un po’ esagerando

In conferenza stampa ha aggiunto:

Sicuramente è stata una partita spettacolare. Noi rappresentiamo una piccola novità nella Serie A, non ci chiudiamo e giochiamo in modo propositivo. La Lazio è fortissima. Parlo io oggi perché sia i ragazzi che il mister erano rammaricati per alcune situazioni. Mi riferisco anche alla non ripetizione del rigore che non abbiamo compreso. Pare che l'arbitro abbia visto più giocatori entrare in area. C'è una regola precisa che prevede che se in area di rigore entrano i giocatori di entrambe le squadre, bisogna ripeterlo. C'è Lapadula che entra un po' con il corpo, ma altri biancocelesti sono completamente dentro. Non parlo del rigore fischiato a favore della Lazio, mentre il giocatore sta cadendo e non si sa se la palla sia già uscita. Sono più rammaricato per l'altro caso, perché c'è una regola ben precisa che disciplina questa casistica. Se le cose sono cambiate, bisogna comunicarlo a tutti. La Lazio comunque mi ha fatto un'impressione straordinaria, ogni volta che attaccava era pericolosa. Però lascia anche giocare, infatti siamo stati pericolosi molto spesso. L'episodio del rigore è stato decisivo, il risultato era in bilico e poteva cambiare tutto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.