Juventus-Milan, Pioli: "Loro più forti ma le partite iniziano 0-0"

L'allenatore rossonero parla alla vigilia della partita di Torino: "Vincere sarebbe una svolta ma dobbiamo fare meno errori".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Milan deve rialzare la testa dopo la sconfitta casalinga contro la Lazio ma l'impegno per la squadra allenata da Stefano Pioli è il più difficile possibile: giocare il posticipo serale della 12esima giornata di campionato all'Allianz Stadium contro la Juventus capolista.

Dopo 6 sconfitte nei primi undici turni, la squadra rossonera ha un disperato bisogno di punti ma per trovarli dovrà riuscire in una sorta di impresa domenica sera perché da quando il nuovo stadio della Juventus è stato inaugurato, il Milan ha sempre perso a Torino in Serie A.

Lo sa bene Stefano Pioli che però non vuole che la sua squadra arrivi al posticipo convinta di dover perdere. E nelle sue parole alla vigilia della partita, ha spiegato che

Stefano Pioli
Pioli parla in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Milan

Juventus-Milan, Pioli: "Loro sono più forti ma le partite iniziano tutte 0-0"

Parlando in conferenza stampa, Pioli ha commentato il momento della sua squadra successivo al 2-1 subito contro la Lazio e ha dato qualche indicazione sulla formazione del Milan che domani sera potrebbe sfidare la Juventus.

Mi fido dei miei giocatori che sono convinti di poter vincere, in classifica siamo lontani ma le partite cominciano tutte 0-0 anche se giochiamo con una squadra fortissima. Abbiamo raccolto pochi punti in queste partite ma queste esperienze ci devono far crescere, dobbiamo giocare meglio e fare meno errori. Una vittoria sarebbe la svolta? Penso di sì ma poi devi pensare subito al Napoli, far bene significherebbe tanto e sarà una sfida difficilissima. Il cambio di modulo è un'opportunità ma vedremo domani, Suso è disponibile e ha lavorato bene. Ibrahimovic è un grande giocatore ma se iniziamo a parlare di mercato ora è la fine, i tifosi devono sostenerci in questo momento delicato. Non basterà cambiare modulo per migliorare, serve atteggiamento giusto e i giocatori si allenano bene quindi se mi apprezzano devono spingere in campo. La Juventus ha pochi punti deboli, è completa ma ne ha: sta a noi sfruttarli. Le parole di Capello non le commento, lui è un intenditore ma io conosco i giocatori perché li alleno. Sappiamo che sarà una grande sfida e che dovremo essere concentrati, dobbiamo esaltare le caratteristiche di Piatek giocando tanto in area di rigore. Cristiano Ronaldo è uno dei più forti di tutti i tempi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.