Bundesliga, il Bayern azzanna il Klassiker: 4-0 al Dortmund e sorpasso

Il Bayern strapazza il Borussia Dortmund all'Allianz Arena, finisce 4-0 con doppietta di Lewandowski, gol di Gnabry e autorete di Hummels. E i i bavaresi scavalcano i rivali.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Bayern vince il Klassiker e scavalca in classifica il Borussia Dortmund portandosi a -1 dal 'Gladbach capolista di Bundesliga che giocherà domenica. Due su due, quindi, per Flick che si sta giocando al meglio le sue carte per rimanere sulla panchina bavarese. Sconfitta pesante invece per Favre che rimane a quota 19 punti, ma soprattutto perché i suoi non hanno mai dato l'idea di potersela giocare alla pari con gli avversari. Primi minuti abbastanza bloccati, le squadre si studiano, non si sbilanciano. L'equilibrio lo rompe tanto per cambiare Lewandowski che s'inserisce sul cross di Pavard e fredda Burki. Undicesima gara consecutiva in gol per il polacco (mai nessuno c'era riuscito nella storia del campionato tedesco) e quindicesima rete. Il gol sblocca il Bayern che comincia a giocare con più coraggio e fluidità e non va lontano dal raddoppio con Coman e Gnabry. 

Il Borussia deve fare anche a meno di Sancho che si fa male e lascia il posto a Guerreiro. Cambia molto poco, perché la partita la fa sempre e solo la squadra di casa, anche se nel finale di tempo è proprio il neo entrato portoghese a non sfruttare una buona chance. Ripresa che si apre come s'era chiuso il primo tempo e cioè col Bayern proiettato in avanti e pure in gol perché Muller scatta in gioco, scappa sulla sinistra e serve al centro per Gnabry che insacca. 

Se c'è una notizia positiva nei primi venti minuti di secondo tempo per il Dortmund è che gli avversari non chiudono la partita e l'occasione più grande capita a Lewandowski che riceve da Coman, salta col controllo Hummels, poi finta su Akanji e tutto solo davanti a Burki calcia a lato. Favre inserisce Reus e Alcacer e proprio lo spagnolo va vicinissimo all'1-2, ma il suo impatto sul cross di Hakimi è difettoso. Un errore grave perché, poco dopo, il Bayern chiude il match. Quando manca un quarto d'ora alla fine, palla di Muller per Lewandowski che stoppa e poi batte Burki in uscita. Passa una manciata di minuti e arriva pure il poker con Hummels che devia nella propria porta un cross teso di Perisic. Un altro tracollo quindi all'Allianz per il Borussia che per la quinta volta consecutiva perde con almeno quattro gol di scarto. 

Bundesliga, Davies e Sancho in azione
Bundesliga, la cronaca del big match tra Bayern e Borussia

Bundesliga, la cronaca di Bayern Monaco-Borussia Dortmund

Hans Flick che si gioca tanto, comprese le poche chance di rimanere sulla panchina del Bayern, sceglie il 4-2-3-1 e in mezzo schiera Alaba e Javi Martinez con Boateng sempre in panchina. Kimmich gioca davanti alla difesa con Goretzka, Muller è il rifinitore alle spalle di Lewandowski con Gnabry e Coman sulle ali. Favre risponde con un modulo speculare, l'ex Hummels guida la difesa insieme ad Akanji, Gotze è la prima punta e dietro a lui batteria di tre formata da Hazard, Brandt e Sancho. Nei primi minuti sono gli ospiti a tentare di fare la partita con maggior convinzione, il Bayern si ritrae e poi cerca la palla lunga alle spalle della linea difensiva a premiare il movimento di Lewandowski. 

I bavaresi alzano i ritmi intorno al quarto d'ora, assaltano l'area del Borussia con un'azione insistita e fanno gol di fatto alla prima occasione. A sbloccare il match è come al solito Lewandowski che s'avventa sul cross di Pavard e di testa non lascia scampo a Burki. Per il polacco è il quindicesimo gol in undici partite di campionato e mai nessuno c'era riuscito nella storia della Bundesliga. Numeri impressionanti. Il vantaggio sblocca il Bayern che comincia a macinare gioco e trova trame molto più fluide, è pericoloso grazie alla velocità dei suoi esterni e va vicino al raddoppio con Gnabry, ma la conclusione dell'ex Werder viene respinta da Burki in tuffo.

Poco prima era stato Coman a mettere dentro un pallone velenoso che la difesa giallonera aveva spazzato con non poco affanno. L'Allianz Arena esplode perché Gnabry ribadisce in rete un tiro di Lewandowski deviato da Hummels, ma l'esterno è in offside e l'arbitro giustamente annulla. Piove sul bagnato per il Borussia che deve rinunciare a Sancho che accusa problemi muscolari e deve lasciare il campo a Guerreiro. La squadra di Favre si fa vedere dalle parti di Neuer nel finale di tempo, ma Guerreiro - appena entrato - non riesce a ribadire in rete il cross spiovente da destra. 

La ripresa

Pronti via e Bayern che raddoppia con Gnabry che arriva puntuale a ribadire in rete l'assist di Muller, inizialmente l'assistente dell'arbitro annulla per fuorigioco, poi però il VAR ristabilisce la realtà e convalida perché Muller era partito dietro la linea di centrocampo al momento del lancio per lui. Bavaresi in fiducia e ancora Gnabry "rischia" di calare il tris, ma il 22 in maglia rossa non arriva d'un soffio sull'assist di Coman. 

Bayern in totale controllo e a un passo dal 3-0 con Lewandowski che, notizia clamorosa, non trova la porta a tu per tu con Burki dopo aver saltato Hummels e Akanji. Favre allora prova a correre ai ripari e toglie dal campo un impalpabile Gotze e inserisce Paco Alcacer e soprattutto fa uscire un centrocampista come Weigl per Reus spostando decisamente in avanti l'asse del Dortmund. E gli ospiti vanno vicinissimi al gol che riaprirebbe la partita con Alcacer che però non trova l'impatto giusto, a due passi da Neuer, con il cross di Hakimi. Flick toglie Gnabry e Gortezka e fa entrare Coutinho e Thiago Alcantara. Il Bayern continua a premere, spingendo soprattutto a sinistra grazie a uno scatenato Coman che prima trova Muller che però riesce a girare di testa; poi il francese ci prova dal limite ma il pallone finisce alto non di molto. Coman che poco dopo esce per lasciare spazio a Perisic.

Il 3-0 è nell'aria e a firmarlo ci pensa come al solito Lewandowski che prima fa sponda sul rilancio di Neuer, poi serve Muller che gli serve un cioccolatino a centro area che il polacco scarta con controllo di coscia e destro a battere Burki in uscita. È il gol che chiude una partita mai in bilico, mai in discussione, troppo netta la superiorità dell'undici di Flick. E ci sarebbe gloria anche per Perisic che però non riesce a inquadrare lo specchio sul cross di Pavard. Perisic che però diventa protagonista poco dopo, il suo cross radente viene deviato da Hummels che fa autorete e 4-0 per il Bayern. Una disfatta per il Borussia Dortmund che per la quinta gara consecutiva all'Allianz Arena perde e prende almeno quattro gol. L'ultimo confronto, per dire, era finito 5-0. 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.