Turchia, Erdogan: "Inchiesta della Uefa discriminatoria e ingiusta"

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si scaglia contro il massimo organo calcistico continentale.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

"L'inchiesta aperta dalla Uefa nei confronti della nazionale di calcio turca per i saluti militari dei giocatori a sostegno dell'offensiva di Ankara contro le milizie curde in Siria è discriminatoria e ingiusta". Queste le parole del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che si è scagliato direttamente contro il massimo organo calcistico continentale. Erdogan ha poi aggiunto:

Salutare i soldati dopo una vittoria è un diritto naturale dei nostri sportivi. Gli sportivi che rappresentano il nostro Paese all'estero sono soggetti a una campagna di linciaggio dall'inizio dell'operazione militare. La Uefa ha mostrato un approccio politico verso la nostra nazionale e i club

Così ha concluso il leader di Ankara che ha tenuto una conferenza stampa prima di partire per una visita in Ungheria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.