Caos Napoli, ADL pensa di trattenere il 5% degli stipendi ai giocatori

Il patron degli azzurri avrebbe deciso di trattenere il 5% degli stipendi ai giocatori che hanno disertato il ritiro. E ad Ancelotti viene rimproverata l'eccessiva morbidezza.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Umore nero in casa Napoli. Non potrebbe essere altrimenti visto quanto successo dopo l'1-1 casalingo con il Salisburgo, con i giocatori guidati da Lorenzo Insigne che non sono tornati in ritiro disobbedendo così alla società. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il presidente Aurelio De Laurentiis, che mercoledì mattina si è confrontato in conference call con l'amministratore delegato Chiavelli e i legali del club, avrebbe scelto la linea dura trattenendo il 5% degli stipendi ai giocatori dopo l'ammutinamento.

Ma d'altronde l'intenzione del patron si era immediatamente capita dopo il comunicato pubblicato nella giornata di ieri. E Ancelotti? Il rapporto di ADL col tecnico è ai minimi storici e ad oggi è fin troppo facile prevedere una separazione a fine stagione.

Il numero uno del club rimprovera all'ex coach del Bayern un'eccessiva morbidezza ma soprattutto il fatto di essersi detto pubblicamente contrario al ritiro. E intanto il Napoli cerca di trovare un minimo di concentrazione per preparare la delicatissima sfida di campionato contro il Genoa, in programma sabato alle 20.45 al San Paolo. Insigne e compagni si presenteranno alla partita da settimi classificati a quota 18 punti, lontani tre lunghezze dalla zona Champions e ben 11 dalla capolista Juventus.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.