Napoli, i giocatori dopo il match: "Torniamo a casa, dillo a tuo padre"

I veterani avrebbero parlato in termini duri al vicepresidente del club, il figlio di Aurelio De Laurentiis.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Camere dell'albergo (del ritiro) disdette, l'operazione è stata fatta dal club. Questa è l'unica novità che arriva fronte Napoli (lato società) dopo il caos che si è venuto a creare dopo la partita con il Salisburgo. I giocatori si sono allenati regolarmente questa mattina e, dopo aver pranzato tutti insieme, se ne sono andati, tornando nelle rispettive case.

Al momento Carlo Ancelotti è rimasto in ritiro, a pranzo con il suo staff, ma la sua posizione è comunque sotto osservazione, così come il suo futuro sulla panchina del Napoli. C'è attesa per le mosse del presidente De Laurentiis, che - così come hanno fatto i giocatori - si è messo in moto con i suoi legali per valutare il da farsi.

Napoli, il faccia a faccia negli spogliatoi

Intanto, in merito a quanto accaduto ieri sera, è emerso un nuovo retroscena. Lo ha raccontato il quotidiano La Repubblica nell'edizione odierna: il vice presidente del Napoli Edoardo De Laurentiis sarebbe stato “affrontato negli spogliatoi con toni aspri dai leader del gruppo, guidati da Lorenzo Insigne”, subito dopo l'incontro di Champions League. I senatori si sarebbero rivolti al figlio del proprietario del club in questi termini: “Noi torniamo a casa nostra, dillo pure a tuo padre".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.