Champions League, Inter e Napoli: cosa serve per qualificarsi

Il pareggio fra Slavia e Barça tiene vive le speranze dei nerazzurri di passare agli ottavi nonostante la sconfitta di Dortmund mentre per Ancelotti è quasi fatta.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Difficile dire chi fosse più scuro in volto ieri sera fra Antonio Conte e Carlo Ancelotti al termine del quarto match disputato da Inter e Napoli all'interno della fase a gironi della Champions League. Il tecnico salentino era imbufalito dopo la rocambolesca sconfitta di Dortmund - e non lo ha nascosto davanti ai microfoni - mentre quello emiliano non si è nemmeno presentato in sala stampa.

Motivi diversi. Conte doveva giustificare l'incredibile harakiri dei suoi che, avanti 0-2 alla fine di un primo tempo quasi perfetto, si sono fatti intrappolare dalla tensione, raggiungere e in seguito superare da un Borussia Dortmund trasformato anche dalla stessa arrendevolezza nerazzurra. E la tirata del tecnico contro certe scelte del mercato estivo, che ha fatto storcere il naso ai vertici del club, aveva il doppio scopo di sviare da una parte l'attenzione da una condotta di gara che lui stesso avrebbe potuto gestire meglio e dall'altra di richiamare l'attenzione della società sulla necessità di rinforzare una rosa effettivamente non abbastanza profonda per affrontare al meglio il doppio impegno.

Carletto, dal canto suo, oltre a non essere troppo soddisfatto del pareggio interno col Salisburgo, non aveva evidentemente voglia di commentare l'ammutinamento dei suoi ragazzi che, disattendendo le disposizioni societarie, avevano deciso di non proseguire il ritiro fino a domenica. Del resto, lui il suo lo aveva già detto chiaro ieri e ribadire la personale contrarietà al ritiro avrebbe potuto avere conseguenze ancora più deflagranti rispetto alla scelta del silenzio.

Antonio Conte
Lo sfogo di Antonio Conte non è piaciuto alla società

Champions League, Inter: servono 2 vittorie

Nonostante le facce scure e la delusione di staff e giocatori per la seconda sconfitta in 4 match disputati, comunque, a due partite dal termine della fase a gironi della Champions League l'Inter non ha perso del tutto la possibilità di qualificarsi agli ottavi. Anzi, a voler essere ottimisti, potrebbe ancora persino vincere il girone. Vediamo la classifica: Barcellona 8 punti, Borussia Dortmund 7, Inter 4 e Slavia Praga 2. Lo 0-0 imposto dai cechi al Barça al Camp Nou potrebbe aiutare i nerazzurri: il prossimo turno, infatti i Blaugrana, che ospiteranno i tedeschi, saranno costretti a cercare la vittoria per chiudere la pratica qualificazione e presentarsi nell'ultimo match a San Siro senza patemi. Dal canto suo però l'Inter dovrà battere prima lo Slavia a Praga e poi i catalani a Milano.

Vecino Inter
Con due vittorie l'Inter si garantirebbe il passaggio agli ottavi di Champions League

Con due vittorie il passaggio sarebbe garantito: se il Barcellona avrà battuto il Dortmund, i nerazzurri lasceranno il terzo posto ai tedeschi sui quali sono in vantaggio negli scontri diretti, mentre se questi ultimi fossero usciti imbattuti dal Camp Nou, a rimanere fuori sarebbero clamorosamente i Blaugrana. In caso di pareggio a Praga e vittoria sul Barça, invece, ai ragazzi di Conte servirebbe la vittoria del Borussia in Spagna. Al lumicino, infine, le speranze nel caso di vittoria sullo Slavia e pareggio contro Messi & C. perché il Dortmund non dovrebbe fare più di un punto nei due match.

Napoli: è quasi fatta

Al netto di possibili strascichi per la "ribellione" anti-ritiro, per il Napoli è davvero quasi fatta. La classifica, infatti, recita: Liverpool 9 punti, Napoli 8, Salisburgo 4 e Genk 1. In vantaggio negli scontri diretti con gli austriaci - che possono al massimo arrivare a 10 punti - ai partenopei basterebbe fare due punti nei prossimi due match ad Anfield e al San Paolo contro i belgi.

Napoli gol
Al Napoli sarà sufficiente fare due punti in altrettante partite

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.