Champions League, le pagelle di Napoli-Salisburgo: finalmente Lozano

Il Napoli pareggia contro il Salisburgo, tiene gli austriaci a -4 e fa un passo importante verso gli ottavi di finale. Apre il rigore di Haaland, poi Lozano agguanta il pari.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Napoli pareggia al San Paolo contro il Salisburgo, non dà uno schiaffo alla crisi, ma fa un passo importante verso gli ottavi di finale di Champions League. Partita bella e intensa da subito e con un protagonista assoluto di nome Onguéné: il difensore del Salisburgo prima devia un destro d'Insigne e costringe al miracolo il proprio portiere, poi salta tutto solo nell'altra area e manda fuori d'un soffio il colpo di testa. Il Napoli c'è e sfiora il vantaggio con Zielinski che raccoglie una palla al limite, entra in area e con il destro manda alto di poco. Come accade troppo spesso in questa stagione, però, Koulibaly sbaglia, si fa ingannare dalla finta di Hwang e poi entra in scivolata fuori tempo e commette fallo da rigore. Dal dischetto ca Haaland che è glaciale e non sbaglia mettendo a segno il settimo gol in Champions. Azzurri anche molto sfortunati, al 12' pennellata d'Insigne e taglio di Callejon che di testa stampa la palla sul secondo palo. Le occasioni fioccano da una parte e dall'altra e così anche gli austriaci hanno la palla del raddoppio con Wöber che non trova il bersaglio per pochi centimetri.

È ancora un duetto tra Callejon e Insigne a regalare un brivido al San Paolo, ma sul cross dello spagnolo ecco che il tocco del capitano non è sufficiente per deviare la palla in porta. Il Napoli, quando riesce a saltare la prima pressione del Salisburgo, diventa molto pericoloso e Coronel deve impegnarsi di nuovo sul destro a giro di Lozano. Lo svantaggio è immeritato, la squadra di Ancelotti collezione palle gol, ma non è cinica soprattutto con Insigne che sciupa un assist d'oro di Fabian Ruiz calciando altissimo da ottima posizione. Il pari arriva finalmente al 43' con Lozano che riceve sulla destra, s'accentra e con una rasoiata dal limite beffa Coronel. È una partita su ritmi folli quella del San Paolo e 60 secondi dopo il pari azzurro, Hwang ha la palla per il nuovo vantaggio del Salisburgo, ma il diagonale esce alla destra di Meret e poi è Koulibaly a immolarsi sulla conclusione a botta sicura di Szoboszlai: dal corner conseguente ancora Wöber si rende pericoloso. Gli ultimi minuti di primo tempo sono tutti per gli austriaci che bussano dalle parti di Meret di nuovo con Szoboszlai che però calcia sull'esterno della rete. 

La ripresa inizia su ritmi un po' più bassi, ma con due cambi: Luperto rileva Mario Rui, mentre Marsch toglie Pongarcic e inserisce Mwepu cambiando assetto e dando più sostanza alla mediana. Il Salisburgo va vicino ancora al gol con Minamino che però si vede deviare in corner la conclusione da posizione ravvicinata. Il Napoli risponde con un destro violento di Lozano dal limite, palla fuori di nulla e poi con Mertens che però non riesce a dare la giusta forza al diagonale che Coronel para a terra. Coronel che al 73' quasi combina la frittata: Insigne crossa dalla trequarti, il portiere è fuori dai pali, non riesce a rientrare e la palla prima sbatte sulla traversa e poi sulla sua testa prima di finire sul fondo. Ancelotti inserisce Milik per Mertens, Marsch toglie Haaland (oltre il rigore, poco altro) e mette dentro Daka. Al 78' ci prova ancora Insigne, ma per il capitano azzurro non sembra essere serata perché il destro a giro è ancora fuori bersaglio. Nel finale, Ancelotti si gioca anche la carta Llorente e lo spagnolo ci prova due volte di testa senza successo. Però. Finisce così una partita molto bella nel primo tempo, meno nella ripresa, con un 1-1 che sorride al Napoli che tiene a -4 gli austriaci e vede più vicina la qualificazione. 

Champions League, Insigne in azione
Champions League, le pagelle della sfida del Napoli

Champions League, le pagelle di Napoli-Salisburgo

Napoli (4-4-2): Meret 6; Di Lorenzo 6,5, Maksimovic 6, Koulibaly 5,5, Mario Rui 5,5 (46' Luperto 6,5); Callejon 6, Fabian Ruiz 6, Zielinski 5,5, Insigne 6; Mertens 5,5 (72' Milik sv), Lozano 6,5 (85' Llorente sv). All. Ancelotti 6

Salisburgo (5-3-2): Coronel 6,5; Kristensen 5,5, Pongracic 6 (46' Mwepu 6), Onguéné 6, Wöber 6,5, Ulmer 6; Minamino 5,5 (62' Ashimeru 6), Junuzovic 6,5, Szoboszlai 6; Hwang 6,5, Haaland 6 (74' Daka sv). All. Marsch 6

I migliori

Lozano 6,5

Un gol per rimettere in carreggiata il Napoli, il primo al San Paolo e in Champions con questa maglia. Riceve, s'accentra e con una rasoiata perfetta batte Coronel. È un gol vitale perché una sconfitta avrebbe stravolto il cammino in Champions degli azzurri. Nella ripresa tenta di ripetersi, ma la conclusione esce d'un soffio sopra la traversa. Finalmente vivo, finalmente decisivo. 

Junuzovic 6,5

Ci mette tanta intelligenza, dà equilibrio alla sua formazione, soprattutto nei momenti di maggior sofferenza è quello che più di tutti si sbatte per tenere in piedi la baracca. Lo trovi ovunque, quando il Salisburgo attacca e quando difende, spazia e lo fa sempre scegliendo la cosa giusta da fare. Prezioso. 

I peggiori

Koulibaly 5,5

Il fallo da rigore su Hwang è ingenuo, sciocco, a maggior ragione perché viene da un giocatore della sua qualità e della sua esperienza. Non sta vivendo una stagione positiva fin qui, troppi gli errori, troppe le disattenzioni per quello che dovrebbe essere uno dei top player del Napoli. Nel prosieguo di gara si assesta, non commette altre sbavature, ma la macchia iniziale pesa sulla prestazione. 

Mertens 5,5

Ovvio che dal talento belga ci si aspetti di più. Ci mette buona volontà, questo è indubbio, ma non trova mai lo spunto per far male alla difesa del Salisburgo che per caratteristiche per lui sarebbe la preda perfetta. Nella ripresa ha una buona chance sul destro, ma il suo diagonale è debole e non dà problemi a Coronel. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.