Vardy è di nuovo on fire: i numeri sono quelli dell’anno magico

Dopo 11 turni il bomber del Leicester guida la classifica dei marcatori della Premier League con 10 reti. Nel 2015-16 era a quota 11, ma con un rigore in più. E le Foxes volano.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tirato a lucido. Jamie Vardy va per i 33 anni, li compirà fra poco più di due mesi l'11 gennaio, ma per lui il tempo sembra essersi fermato, anzi pare essere tornato indietro di quattro anni - sì, ne sono già passati quattro - a quella stagione indimenticabile e incredibile, quella che a forza di dilliding e dillidong, di difesa pazzesca e di gol memorabili, portò il Leicester al titolo.

Era, quella, la squadra plasmata da Claudio Ranieri con grande creatività e in modo forse pure un po' naif - indimenticabili le serate da Peter, il locale nella City Square, con i giocatori a tirare la pasta per la pizza - cui va comunque dato atto di aver saputo approfittare dell'occasione che il destino gli mise nelle mani nei mesi a cavallo fra la fine del 2015 e la primavera del 2016, quando le storiche corazzate inglesi sembravano fare a gara a chi balbettava di più.

Dopo la seconda sconfitta contro l'Arsenal, il 14 febbraio, le Foxes non persero più un colpo e, senza più battute d'arresto, volarono verso un titolo storico e quasi d'altri tempi, mettendo in fila colossi con budget di ben altra caratura, come Arsenal, Tottenham, Manchester City e Manchester United nell'ordine. Con il Liverpool, dove Klopp aveva ancora la qualifica di apprendista, addirittura all'ottavo posto, dietro, sembra incredibile solo quattro anni dopo, a Southampton e West Ham.

Vardy capocannoniere
Con l'ultimo gol segnato al Crystal Palace, Jamie Vardy è capocannoniere solitario della Premier League a quota 10

Vardy di nuovo on fire: i numeri sono quelli giusti

La spina dorsale di quella rosa, che a inizio stagione valeva poco più di 90 milioni di euro - sì, l'intera rosa - era costituita dal portiere Schmeichel, dal capitano Wes Morgan, centrale di difesa, da N'Golo Kanté a centrocampo - correva così tanto che un pomeriggio Ranieri gli disse: "Finirà che un giorno farai un cross e andrai tu stesso a colpirlo di testa in area" - e dalla coppia d'oro Mahrez e Vardy a sfornare assist e gol.

Vardy e Ranieri
Vardy e Ranieri, protagonisti del titolo 2015-16

Di quei cinque, oggi al Leicester sono rimasti in tre, anche se, per la verità, Morgan che va per i 36 raccoglie ormai solo pochi spiccioli di campo. Schmeichel ha sempre le chiavi della porta e là davanti Jamie Vardy, dopo tanti alti e bassi, vive la sua seconda giovinezza. Pienamente in linea con una carriera assolutamente anomala, del resto, visto che a 21 anni faceva l'operaio e a pallone giocava, fra un turno e l'altro, nei campetti della periferia di Sheffield, a 25 stava ancora nella quinta serie del calcio inglese e a 27 esordiva in Nazionale.

Oggi Jamie sembra essere tornato il flagello delle difese avversarie che fece le fortune di Claudio Ranieri: 10 gol e 1 assist in 11 partite sono tanta roba, un bottino che lo issa in cima alla classifica dei marcatori della Premier League e che è paragonabile solo a quello della golden season, quando dopo altrettante partite il bomber operaio aveva segnato 11 reti, ma con un rigore in più. Allora, a fine stagione, furono 24 e significarono titolo e ingresso in Champions League dalla porta principale. Quelli che seguirono, però, furono anni difficili per lui, per il club, che dovette anche far fronte alla scomparsa del proprietario, e per la squadra.

Ma oggi per le Foxes soffia un vento nuovo e Vardy - "Non è un calciatore" disse di lui un giorno il sor Claudio" ma un fantastico cavallo. Ha bisogno di sentirsi libero in campo" - è tornato a spiegare le ali e con lui vola anche il Leicester. Il Liverpool forse è già lontano, ma tornare a sentire dal campo la musica della Champions League non è più utopia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.