Formula 1, ufficiale: Giovinazzi in Alfa Romeo anche nel 2020

Il pilota italiano ha rinnovato il contratto anche per la prossima stagione. Sventata la minaccia Hulkenberg.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Antonio Giovinazzi nel 2020 continuerà a correre nel campionato di Formula 1 e lo farà ancora con il team Alfa Romeo Racing. Oggi pomeriggio è stato diramato il comunicato ufficiale.

Il pilota italiano alla sua prima stagione da titolare nel Mondiale ha collezionato 4 punti in 19 gare. La scuderia italo-svizzera si aspettava qualcosa di più e, infatti, per il rinnovo di contratto è servito più tempo del previsto. Il team principal Frederic Vasseur aveva valutato anche il nome di Nico Hulkenberg, scaricato dalla Renault, per l'anno prossimo.

La line-up della squadra Alfa Romeo Racing viene così completata, dato che la permanenza di Kimi Raikkonen era assicurata dal contratto biennale che il finlandese aveva firmato dopo l'addio alla Ferrari. Il campione del mondo di Formula 1 del 2007 di punti ne ha totalizzati 31 in questa stagione. Il confronto con il compagno lo vede nettamente vincitore.

Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen compagni in Alfa Romeo anche nel 2020

Formula 1 2020, Giovinazzi ancora con l'Alfa Romeo: tanto da dimostrare

Giovinazzi è entusiasta per la conferma e ringrazia per l'opportunità ricevuta. Allo stesso tempo è consapevole di dover fare un salto di qualità nel 2020 per riuscire a rimanere in un campionato altamente competitivo come quello di F1.

Sono molto felice di restare con la squadra per il 2020 - ha dichiarato - e sono grato per l'incredibile supporto ricevuto nella mia prima stagione completa in Formula 1. Quest'anno abbiamo imparato molto e sono fiducioso di poter fare un grande passo avanti nella prossima stagione. Non sarò più un novellino, quindi non ci saranno scuse per me. Voglio essere competitivo fin dall'inizio del campionato e ripagare la fiducia che la squadra ha dimostrato in me.

Il 25enne pilota pugliese non è sempre stato fortunato in questa annata. In più occasioni ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. A volte è stata pure sua responsabilità, ovviamente. Non è stato sufficientemente competitivo e la poca esperienza si è fatta sentire. Senza dimenticare che l'ultima stagione da lui disputata per intero era stata la 2016, quando correva in GP2. Nei due anni seguenti ha fatto da terzo pilota e dunque l'attività in pista è stata limitata. In Alfa Romeo ha avuto una grande occasione e dovrà sfruttarla.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.