Torino-Juventus, la moviola: il tocco di De Ligt è da rigore?

Fa discutere l'episodio con protagonista il difensore olandese: ecco perché l'arbitro Doveri non ha fischiato il penalty.

5 condivisioni 3 commenti

di - | aggiornato

Share

Il derby di Torino si è lasciato dietro una scia di polemiche come troppo spesso è accaduto in passato, stavolta l'oggetto del contendere è un presunto fallo di mano di De Ligt nell'area di rigore della Juventus all'undicesimo minuto.

Dopo il fischio finale sono arrivate le proteste sia del direttore generale Comi che del presidente granata Cairo, tutte concentrate sulla mancata concessione di un calcio di rigore per l'episodio con protagonista il difensore olandese bianconero.

Il tocco in questione non è stato ritenuto falloso dall'arbitro Doveri e la sua decisione è stata confermata anche dal check fatto con il VAR di giornata Maresca. Scelta che cozza con quanto visto pochi giorni fa a Lecce (sempre De Ligt protagonista) ma comunque condivisibile.

Higuain con De Ligt
Higuain e De Ligt sono stati decisivi nella vittoria del derby

Torino-Juventus, la moviola sul tocco di braccio di De Ligt

Il pallone proveniente da una rimessa laterale di Rincon tocca il braccio destro dell'olandese dopo una spizzata di Belotti. Ma il braccio in questione è tenuto lungo il corpo da De Ligt che prova anche a ritrarlo mentre nel caso del rigore fischiato contro il Lecce, definito comunque molto fiscale da Rizzoli in settimana, era molto più largo.

Per questo motivo il check fra Doveri e Maresca ha confermato la scelta del direttore di gara in diretta e non ha portato a un calcio di rigore contro la Juventus. Episodio che farà discutere ma che probabilmente non rappresenta un errore da parte dello staff arbitrale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.